Lo psico-blog

Il coraggio (morale) di scoprire se stessi fino in fondo

2.il-capire-di-capire-se-stessi_picture" alt="Scoprire se stessi - il parere dell'esperto" title="Scoprire se stessi - il parere dell'esperto" />
© Getty Images


Ho scritto di recente la post-fazione (un pre-fazione collocata in coda al testo, che diventa post)  a un piccolo libro, piccolo in termini di foliazione, ma grande negli spunti e nei contenuti, su un argomento che ha toccato, e sta tuttora toccando, corde molto sensibili: il bisogno di reinventarsi, il desiderio di scoprire chi si è alla luce delle nostre più profonde esigenze, nell’intento di dare voce alle parti di noi che sono rimaste inesplorate.  Il titolo è dichiaratamente provocatorio: “Quasi quasi mi licenzio. Non è mai troppo tardi per cambiare vita”, per l’editore Salani. In realtà fornisce una serie di esempi concreti, di biografie di uomini e donne coraggiosi che hanno saputo ascoltarsi, il più delle volte, e perseguire ciò che sentivano al loro interno.

Vi propongo le prime righe dell’introduzione, una riflessione sul cambiamento:

“… il cambiamento appare essere in verità frutto di una maturazione profonda, di una trasformazione, di un lento processo di crescita, a tratti accelerato, a tratti frenato dalle circostanze, sempre in qualche modo sofferto, a volte perfino doloroso, ma che rappresenta sempre una conquista. Una conquista eroica in quanto proveniente dal profondo, resa possibile solo grazie alla qualità più grande che il buon dio possa mai avere dato agli uomini: il coraggio morale di ricercare incessantemente di capire chi si è e il significato di vivere .

In questo libro, come dicevo ricco si testimonianze “vissute” ,  ogni storia parte da una zona di conforto, dove tutto è noto, rassicura, pur malcelando una qualche insoddisfazione e la sottile percezione che le cose non scorrano nel corso naturale del fiume della vita, ancorché appaiano agli occhi degli altri come buone e giuste. Ed è a partire da questa consapevolezza, dapprima incerta e offuscata dal rumore del quotidiano, che nasce il suo opposto, la zona di discomfort, direbbero gli anglosassoni, dove a un certo punto si capisce da qualche parte dentro di noi che così non funziona. Il crinale su cui si staglia ogni storia è dunque quello tra sicurezza e incertezza, tra conosciuto e non–conosciuto, tra familiare e non–familiare: in una frase,provocatoria, tra la falsità delle certezze e la verità dell’ignoto, con la sua infinita saggezza .

Per saperne di più:

 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato
Scrivi un commento
Nickname :
Il tuo commento *
Codice * :
* Campi obbligatori
inköp piller , 02 settembre 2016 03:16 Allerta questo commento

piller läkemedel
piller billig
http://generiskutanresept.top/coreg/

asbixvkux7s, 28 aprile 2016 16:19 Allerta questo commento

http://buydiflucan.accountant/ - buy diflucan http://atenolol-25-mg.top/ - atenolol 25 mg tablet http://vermoxonline.eu/ - vermox http://tadalafil.click/ - tadalafil

htPCnZNYhWmeeE, 15 maggio 2011 07:12 Allerta questo commento

Good to see a tlaent at work. I can’t match that.


Cerca

Newsletter