Home  
  
  
    Il successo dello Zyban®
Cerca

Gli antidepressivi
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il successo strepitoso dello Zyban®!

Lo Zyban è il farmaco più chiacchierato di sempre. Gli ex-fumatori, disintossicati, parlano d’una rivoluzione, di una "pillola miracolosa", dopo vari tentativi di interruzione infruttuosi. Ma che cos’è veramente? Qual è l’efficacia reale del bupropione, la molecola attiva di Zyban®? Doctissimo fa luce sul suo meccanismo di azione, sui risultati e sui rischi.

Il successo dello Zyban®
© Getty Images

Conosciuto fin dagli anni ‘70 oltreoceano, il bupropione viene utilizzato come antidepressivo con il nome di Wellbutrin®. I medici constatano poi che i pazienti in trattamento riuscivano facilmente a smettere di fumare. Partendo da questa osservazione, sono stati realizzati alcuni studi. Risultato: con una buon posologia, Zyban® si è rivelato più efficace per aiutare a smettere di fumare rispetto ad un placebo o ai cerotti nicotinici, farmaci di riferimento nella lotta al fumo. Attenzione, tuttavia, a non lasciarli cadere nel dimenticatoio, in quanto restano una soluzione efficace e complementare alla terapia farmacologica.

Un meccanismo di azione ancora sconosciuto

Come gli altri antidepressivi, il bupropione consente di aumentare le quantità di alcuni neurotrasmettitori a livello cerebrale, specialmente la noradrenalina e la dopamina. Ora, la dopamina è fortemente implicata nei fenomeni di piacere.

L’efficacia di questo prodotto, nella lotta alla dipendenza da tabacco, si appoggia all’ipotesi che, in caso di astinenza, il farmaco lotterebbe contro la carenza di questo piacere.

Cifre in mezzatinta

Secondo gli studi, le cifre dell’efficacia (interruzione del tabacco per almeno un mese) variano da 30 a 50% all’inizio delle 7 settimane di trattamento. In seguito, secondo gli studi, questa cifra può cadere al di sotto del 20% dopo 6 mesi fino a uno anno, o restare stabile.

Associato ai cerotti nicotinici, la percentuale di successo è superiore all’assunzione di bupropione in monoterapia: arriva fino a quasi il 60% a 7 settimane di trattamento! Ma è difficile conoscere le percentuali di ricaduta. Secondo certi studi, il 50% delle persone ha una ricaduta prima dei 5 mesi se il trattamento viene sospeso, mentre il trattamento viene continuato, si parla di 8 mesi. Queste cifre sono la prova che la volontà rimane il fattore essenziale di riuscita della sospensione. Ciononostante, questo medicinale pare essere più efficace dei patch nicotinici utilizzati in monoterapia! Tutti questi trattamenti sono d’altronde presentati come un aiuto, un sostegno fondamentale per le persone desiderose di farla finita con il tabacco.

Precauzioni da rispettare

Come tutti i medicinali, lo Zyban non è da prendere alla leggera. È in effetti distribuito solo sotto prescrizione medica, a differenza dei sostituti nicotinici (gomme, cerotti e compresse).

In particolare, sarebbe responsabile di insonnia, secchezza delle fauci e soprattutto di scatenare possibili crisi epilettiche. Del resto, è controindicato nei soggetti epilettici. Le altre controindicazioni sono: allergie al prodotto, anoressia, bulimia, sospensione alcolica o associazione a certi sonniferi (benzodiazepine). Inoltre, occorre prendere delle precauzioni in caso di insufficienza renale o epatica.

L’accanimento terapeutico deve essere evitato, il trattamento sarà dunque interrotto in assenza di efficacia all’inizio delle 7 settimane. Il medicinale può essere all’origine di interazioni farmaceutiche. Meglio dunque chiedere consiglio al proprio medico o farmacista prima di prendere un altro farmaco.

Una nuova arma contro la sigaretta

Zyban® presenta indubbi vantaggi sui sostituti nicotinici. Prima di tutto e a differenza dei sostituti nicotinici, non c’è alcun bisogno di smettere di fumare per iniziare il trattamento, anzi.

La sospensione dell’abitudine tabagica è raccomandata circa due settimane dopo l’inizio del trattamento ad una data fissata con il medico. È il tempo necessario perché il trattamento sia pienamente efficace. In seguito, per avere tutte le possibilità di riuscita, è interessante avere un’alternativa alla sostituzione nicotinica. Certo questo prodotto non è la soluzione miracolosa. Oltre ad alcuni fattori personali come la volontà e il vero desiderio di smettere, l’esistenza di una gamma di medicinali alternativa può sempre rivelarsi utile...

François Resplandy

Commenta
29/10/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?