Home  
  
  
    Cioccolato antidepressivo
Cerca

Cura della depressione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Una tavoletta anti depressione

Non appena ti senti un po’ giù, cedi a un quadratino di cioccolato… E subito ti senti meglio! Il cioccolato è davvero un antidepressivo naturale?Quali sono le sostanze responsabili di questo effetto? Doctissimo fa il punto della situazione.

Cioccolato antidepressivo
© Getty Images

Si sa, il cioccolato fa sparire quei piccoli momenti di tristezza… Tra le 500 sostanze che contiene, è difficile riconoscere qual è la responsabile di questo effetto!

Un antidepressivo nel cioccolato

I glucidi del cioccolato, soprattutto grazie all’assenza di proteine, rispetto agli altri aminoacidi provocherebbe un aumento del triptofano nell’organismo. Si tratta di un prodotto particolare: quando passa nel cervello,viene trasformato in serotonina.Questa sostanza è un neurotrasmettitore che gioca un ruolo fondamentale sull’umore. Così, una mancanza di serotonina sarebbe collegata a uno stato depressivo. D’altronde, alcuni antidepressivi funzionano proprio impedendo l’eliminazione troppo rapida di questa sostanza nel cervello.

Il magnesio, uno stimolante

Il cioccolato contiene anche caffeina e teobromina, due noti eccitanti.100 g di cioccolato contengono quasi la stessa quantità di caffeina contenuta nel caffè. E una tavoletta contiene ancora più teobromina.

Del metallo per smettere di stare male

Il cioccolato contiene circa 100 mg di magnesio ogni 100 g. Questo minerale partecipa a numerose reazioni enzimatiche intracellulari.Interviene anche nella trasmissione neuromuscolare dell’afflusso nervoso. L’apporto consigliato per l’adulto è di almeno 350 mg al giorno. Ora, il magnesio è molto conosciuto per i suoi effetti rilassanti. Del resto, un deficit comporta un calo della dopamina, neurotrasmettitore coinvolto nel meccanismo del piacere.

Anfetamine nel cioccolato

I quadratini di cioccolato diventeranno illegali?In effetti contengono sostanze come la tiramina e la feniletilamina simili alle anfetamine. Quest’ultima agisce a livello delle sinapsi del cervello e può aumentare gli effetti di altri neurotrasmettitori come la dopamina. Inoltre il cioccolato contiene derivati di acidi grassi che agiscono sugli stessi recettori su cui agisce la cannabis.

Il piacere del cioccolato contro la depressione

Sebbene il cioccolato contenga numerose sostanze psicotrope, potrebbero non essere queste all’origine delle sue virtù. Nella maggior parte dei casi, infatti, le quantità minime, non sono sufficienti a spiegare gli effetti di questo alimento. L’ipotesi che si sta facendo sempre più strada è che il cioccolato sia un antidepressivo e un euforizzante… per il semplice piacere che procura. Soddisfacendo le nostre papille gustative, provoca un aumento del tasso sanguigno di beta-endorfina, un oppiaceo prodotto dall’organismo. Questa sostanza potrebbe spiegare le virtù calmanti di un quadratino. Se l’ipotesi sarà confermata, ci saranno voluti anni di ricerche per scoprire che il cioccolato fa bene perché… è buono!

Louis Asana

Commenta
08/10/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?