Home  
  
  
    Dolori inspiegabili: è depressione?
Cerca

Sintomi della depressione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Dolori inspiegabili: e se fosse depressione?

Avere qualcosa sullo stomaco, non digerire le critiche… Sono molte le espressioni a ricordarci che sintomi fisici possono essere causati da una tensione psicologica. Solo uno psichiatra, però, è in grado di individuare la presenza di un episodio depressivo nel paziente.

Dolori inspiegabili: è depressione?
© Getty Images

Tra i mali del corpo e quelli dello spirito esiste un legame da considerare con attenzione, perché il corpo parla, ma il suo linguaggio resta difficile da decifrare. Scopri con noi le opinioni degli esperti, per saperne di più ed evitare le conclusioni affrettate…

Scopri la depressione che si nasconde dietro il dolore

La definizione "depressione mascherata" non esiste nelle classificazioni delle malattie psichiatriche attuali, ma un disturbo che il medico non riesce a spiegarsi può nascondere in realtà un episodio depressivo atipico. "In questi casi il paziente tende a lamentare un solo sintomo, in modo ripetitivo e nel lungo periodo, senza una causa organica individuata, ma soprattutto non viene manifestata alcuna tristezza all’inizio", spiega Cyril Mach, psichiatra al CHU (Centro Ospedaliero Universitario) di Caen.

Anche se quindi è assente uno stato d’animo caratterizzato da tristezza o pensieri neri, alcuni sintomi secondari devono indurre a diagnosticare una depressione: la perdita del piacere e dell’autostima, i disturbi del sonno o ancora una significativa variazione del peso possono confermare la presenza di un episodio depressivo.

"A 40 anni Silvia soffriva di cefalee croniche: è stato il suo neurologo a consigliarle un colloquio con uno psichiatra; un’indagine approfondita ha effettivamente confermato un episodio depressivo con manifestazione atipica. All’inizio suo stato d’animo non era depresso, ma faceva sempre più fatica da alzarsi e si sentiva stanza nonostante il sonno sempre più prolungato. Sylvie è stata quindi sottoposta a un trattamento con psicoterapia associata all’assunzione di antidepressivi, e le sue cefalee sono scomparse senza lasciare traccia", racconta Cyril Mach. Può quindi rivelarsi utile, in caso di dubbi, chiedere il parere di uno psichiatra.

Dolori senza depressione

Dolori addominali, mal di schiena, cefalee, nevralgie… I sintomi fisici non spiegabili dalla fisiopatologia organica e quindi dai medici e dagli specialisti come gastroenterologi, neurologi, reumatologi ecc. non nascondono necessariamente una depressione. Il corpo spesso esprime emozioni come la collera o l’ansia, ma può ugualmente manifestare uno stato di esaurimento. "Sono andata dal mio medico di base perché ero molto stanca e avevo dolori diffusi in tutto il corpo. Quando il medico mi ha detto che avevo una sindrome da burnout causato da uno stress lavorativo, stentavo a crederci. Non avevo collegato il mio ritmo di lavoro al mio stato di salute e non ascoltavo il mio corpo. Ora sono in congedo per malattia e sto seguendo un programma di riduzione dello stress attraverso la meditazione e la piena coscienza. Non sono depressa: al contrario, il burnout mi ha aiutato a rimettermi in discussione" testimonia Véronique, 55 anni.

Dolori fisici: e se non fosse depressione?

Il fatto che il medico non trovi immediatamente la causa di un dolore non significa che esso sia per forza "nella testa": a volte, infatti, altre malattie oltre alla depressione sono difficili da smascherare. "Vanno quindi effettuati tutti gli esami organici del caso: non bisogna rinunciare a una TC cerebrale in caso di mal di testa persistenti, o a una radiografia o risonanza magnetica in caso di dolori cronici della colonna vertebrale per aiutare a formulare la diagnosi e soprattutto evitare di non riconoscere una malattia grave o comunque con successive conseguenze sul morale. Analogamente, in psichiatria vengono effettuati degli esami della tiroide nei pazienti con una depressione caratteristica, per escludere un eventuale ipotiroidismo", aggiunge Cyril Mach.

Dolori, depressione e trattamenti

Nel caso di un episodio depressivo atipico diagnosticato da uno psichiatra, la terapia varia in funzione della gravità della malattia: un trattamento di psicoterapia può associarsi o meno a all’assunzione di un antidepressivo. Se il dolore non presenta una causa organica evidente e non nasconde una depressione, il medico di base potrà orientare i pazienti, a seconda dei casi, verso altri specialisti (terapista del dolore, psicologo, sofrologo, ecc.).

In ogni caso tutti i dolori vanno compresi e trattati efficacemente: in questo senso il medico di base ha un ruolo fondamentale, per evitare ai pazienti che soffrono di cadere nelle mani di ciarlatani che promettono di guarire tutti i mali con metodi costosi, stravaganti e a volte anche pericolosi.

Delphine Bourdet

Commenta
02/07/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?