Home  
  
  
    La depressione e il cancro
Cerca

Tipi di depressione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Depressione e cancro: relazioni ambigue

La depressione è un fattore scatenante o aggravante del cancro? Inevitabilmente, prima o poi nell’evoluzione del cancro, i pazienti depressi e quelli in cura, guidati dalla loro intuizione, si pongono questa domanda. Le risposte della Prof. Silla Consoli, psichiatra presso l’Ospedale Europeo Georges Pompidou (Parigi)*.

La depressione e il cancro
© Getty Images

"In materia di relazioni fra la depressione e il cancro, non siamo sicuri di nulla," " avverte la Prof. Consoli, " "i risultati delle ricerche psicosomatiche sono talvolta molto contraddittori. Le ricerche che non hanno ricevuto critiche sono pochissime". Una volta fatto questo preambolo, occorre dire che un certo numero di indici merita di essere preso in considerazione.

La depressione non può essere considerata singolarmente come uno fattore di rischio di cancro…

Nell’insieme, i depressi non sviluppano più tumori di altri. Allo stesso modo, il ruolo di eventi stressanti, come la morte di un bambino, una separazione coniugale, la perdita del lavoro, è ancora oggetto di controversie scientifiche. In realtà, molti pazienti affetti da cancro vivono ciò che è loro capitato come un’ingiustizia. Hanno spontaneamente la tendenza a sovrastimare le peripezie della vita o del loro stress psicologico nella genesi della loro malattia, piuttosto che rassegnarsi all’insensatezza di quanto è loro successo.
Se la depressione non è un fattore di rischio di comparsa di cancro, questo postulato va però approfondito. In effetti, pare che i depressi cronici che, nell’arco di diversi anni, sentono una certa tristezza, una perdita di interesse o della capacità di provare piacere, una tendenza anomala alla stanchezza, hanno un rischio quasi doppio di avere un cancro rispetto alle persone non depresse o a quelle la cui "depressività" non è che passeggera.

Altro fattore di vulnerabilità ben noto, il tabacco. Ora, il fatto di essere depresso per un fumatore aggrava significativamente il rischio di comparsa di cancro, in quanto la depressione intensifica il potere cancerogeno delle sostanze tossiche contenute nelle sigarette, o favorisce l'inalazione di concentrazioni più forti di queste stesse sostanze tossiche.

… ma in compenso sembra influire sulle previsioni sul cancro

Per quanto riguarda le previsioni sul cancro, i lavori scientifici concordano: la depressione preannuncia un’evoluzione meno favorevole. La depressione nel paziente affetto da cancro non si traduce però in una debolezza di carattere, ma va letta come una reazione particolare ad una situazione stressante della vita.

Tale sofferenza deve potere essere meglio identificata e i malati incoraggiati a lamentarsi senza temere di essere giudicati male. "Banalizzare la depressione, con il pretesto che sembra normale essere depressi con il cancro, sarebbe un doppio errore, avverte il Prof. Consoli. Eticamente prima di tutto, perché abbiamo i mezzi per alleviare questo malessere. In secondo luogo, dal punto di vista medico, poiché una depressione depistata a tempo e correttamente curata ha tutte le possibilità di pesare favorevolmente sui pronostici del cancro".

Dott.ssa Brigitte Blond

* In occasione della Va Biennale monegasca di cancerologia

(30 gennaio al 2 febbraio 2002)

Commenta
17/10/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Psicologia

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?