Home  
  
  
    La depressione e l'Alzheimer
Cerca

Tipi di depressione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La depressione è un segno di Alzheimer incipiente?

Una depressione non è un segno di Alzheimer incipiente, ma nel soggetto anziano, depressione e Alzheimer possono manifestarsi in modo ravvicinato.

La depressione e l'Alzheimer
© Getty Images

Una persona di età inferiore ai 65 anni che presenta segni di depressione probabilmente non si preoccupa del morbo di Alzheimer. Tuttavia, la depressione va trattata. Al giorno d’oggi, esistono trattamenti efficaci, basati su un sostegno psicologico e/o farmacologico. Pertanto, i segni di depressione vanno assolutamente presi sul serio e occorre consultare un medico.

L’età: primo fattore di rischio

In compenso nel soggetto anziano, la depressione può manifestarsi in modo insidioso, ad esempio con disturbi isolati di memoria. Se si tratta di una depressione, i farmaci antidepressivi miglioreranno i sintomi e la persona ritroverà le sue capacità iniziali. Se non si tratta di una depressione ma di un attacco degenerativo cerebrale, come il morbo di Alzheimer, i disturbi non saranno alleviati dal trattamento e si aggraveranno progressivamente.

Ecco perché davanti ad una persona anziana che presenta disturbi di memoria, il medico prescriverà spesso in un primo tempo un trattamento anti-depressivo, detto trattamento di prova. Se i disturbi diminuiscono, il medico potrà allora rassicurare il paziente. In compenso, se, nonostante il trattamento anti-depressivo, non si registrano miglioramenti  il medico potrà allora evocare altre patologie, fra cui l'Alzheimer. Saranno pertanto indispensabili esami complementari per precisare la diagnosi.

Occorre sapere quindi che i segni veri della depressione (angoscia o perdita d'interesse) sono frequenti nel morbo di Alzheimer ma soprattutto quando la malattia è nella fase di stabilizzazione, ovvero dai quattro ai cinque anni dopo i primi segni. In effetti, la depressione, la sfiducia o, per certi soggetti perfino la paranoia, sono conseguenze dell’ansia e del malessere portati dalla malattia. I disturbi della memoria vanno dalla semplice perdita di parole nella conversazione fino a dimenticarsi completamente del proprio nome o di quello dei propri figli qualche anno più tardi. Questi disturbi sono vissuti terribilmente male dalla persona affetta dal morbo di Alzheimer. Cosciente dell’aggravamento del proprio stato di salute, il malato può essere vittima di depressioni.

In ogni caso, non esitare a consultare il tuo medico di fiducia per chiarire ogni eventuale  dubbio. Il medico saprà rassicurarti e secondo il caso intraprendere il trattamento o gli esami adatti.

Dott. Jean de Présilly

Commenta
17/10/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?