Home  
  
  
    Uomini vittime degli ormoni
Cerca

La depressione e gli uomini
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Uomini vittime degli ormoni

Depressione, irritabilità, iperemotività… Le donne tendono a giustificare questi sbalzi d’umore con le variazioni ormonali. Privilegio esclusivamente femminile? Non proprio. In caso di stress, gli uomini possono essere vittime dei loro ormoni. La sindrome da uomo irritabile.

Uomini vittime degli ormoni
© Getty Images

Perché alcuni uomini stressati diventano irritabili, brontoloni o emotivi al punto da sciogliersi in lacrime? Ebbene sì, questi cambiamenti d’umore sono legati alla diminuzione del tasso dell’ormone maschile: il testosterone.

Tenero come un agnellino?

Alcuni animali vivono cambiamenti d’umore e di comportamento legati alle variazioni stagionali degli ormoni maschili. Gli scienziati dell’università di Edimburgo hanno studiato in un primo tempo il comportamento di alcuni montoni. In autunno, il loro livello di testosterone aumenta durante il periodo in cui sono in calore e diminuisce in inverno quando perdono del tutto l’interesse sessuale.
Le ricerche confermano alcuni luoghi comuni. Premesso che il testosterone è in genere legato al comportamento aggressivo, si è notato che gli animali hanno la tendenza a essere più combattivi al di fuori del periodo dell’accoppiamento. Concentrandosi sul comportamento di otto montoni maschi, il Dottor Lincoln ha rilevato che il numero di conflitti è inversamente proporzionale al tasso di testosterone. In inverno, gli animali diventano nervosi, asociali e attaccano in maniera irrazionale.
In un secondo momento questa "sindrome del maschio irritabile" è stata osservata nei cervi, pecore montane, renne ed elefanti indiani verso la fine della stagione dell’amore.

Uomo: schiavo del testosterone?

Anche se l’uomo è un po’ animale, l’attribuzione di questi comportamenti bestiali all’uomo non è affrettata? Lo stesso responsabile dello studio ammette che le prove non sono sufficienti per dimostrare una correlazione. Tuttavia, molte ricerche dimostrano che la somministrazione di testosterone ha degli effetti su alcuni problemi psicologici maschili.
Gli uomini che hanno una produzione insufficiente di testosterone diventano irritabili e depressi, nel momento in cui smettono di seguire il trattamento ormonale prescritto. Allo stesso modo, l’assunzione del testosterone di sostituzione migliora rapidamente il loro umore.
A maggio del 2000 alcuni ricercatori dell’Università di Harvard (2) hanno comparato i tassi di testosterone di uomini sieropositivi che avevano subito una perdita di peso legata all’HIV/AIDS. Tale studio, sebbene limitato a un certo tipo di persone, ha dimostrato che gli uomini con bassi livelli di testosterone corrono rischi maggiori di soffrire di depressione. Gli uomini depressi che si sottoponevano a regolari iniezioni di testosterone constatavano un miglioramento del loro umore. Legati al tasso di testosterone sono soprattutto i problemi dell’umore (distimia) e non grandi depressioni. Uno studio recente ha rivelato che gli uomini distimici presentano tassi di testosterone minori rispetto a quelli che soffrono di depressioni importanti o che sono esenti da qualsiasi pensiero negativo (3).

1 Uomini vittime degli ormoni - continua ►

Commenta
07/07/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Psicologia

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?