Home  
  
  
    Chi sono le anoressiche?
Cerca

Anoressia e bulimia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Chi sono le anoressiche?

In Italia ci sono sempre più anoressiche. E le adolescenti colpite da questa malattia sono sempre più giovani. Chi sono le vittime del culto della magrezza? Come appare questa sregolatezza del comportamento alimentare? Descrizione di coloro per cui dimagrire è un'ossessione…

Chi sono le anoressiche?
© Jupiter

L'anoressia è un problema troppo spesso ignorato. Eppure riguarda sempre più adolescenti.

Come si diventa anoressici?

L'anoressia sopraggiunge frequentemente in seguito a una dieta dimagrante, non necessariamente giustificata dal punto di vista medico. Il culto eccessivo della magrezza conduce le ragazze a preoccuparsi a un età sempre più precoce del loro peso.
Tuttavia, il sintomo ponderale è indice di una sofferenza psicologica, molto spesso ignorata dalla cerchia di familiari e amici. L'anoressia mentale può derivare da una mancanza di fiducia in se stessi e di autonomia. Quando si sperimenta una carenza affettiva, l'anoressia permette di farsi notare. Questo disturbo subentra spesso dopo la pubertà, in occasione di profondi cambiamenti: costituisce un "compromesso" quando la spinta alla crescita, la maturazione sessuale e il passaggio verso la condizione di adulto risultano assai complessi da gestire dal punto di vista psicologico.

Una visione deforme

Le persone anoressiche non visualizzano la loro immagine corporea reale: si vedono sempre più grosse di quello che sono e hanno paura di prendere peso. La magrezza si definisce attraverso l'indice di massa corporea (rapporto tra peso e altezza al quadrato) inferiore a 18. Per questo, con un'altezza di 1,65 m, si è considerati magri a partire da 49 kg. Le anoressiche perdono almeno il 15% del loro peso normale. Dal punto di vista medico, nelle ragazze si osservano disturbi ormonali associati molto di frequente ad amenorrea (assenza di ciclo mestruale). Il comportamento anoressico è spesso caratterizzato da un'iperattività, fisica e intellettuale, da un iperinvestimento scolastico o professionale, da una povertà relazionale e da un umore depresso.

A volte compare a partire dagli 8 anni!

I disturbi del comportamento alimentare sono tipicamente femminili e colpiscono un uomo ogni 10-15 donne. Da diversi anni, l'anoressia guadagna terreno. Un tempo
diagnosticata nelle famiglie di ceto-alto, riguarda ormai tutti gli strati sociali. Colpisce sempre più soggetti di giovane età, iniziando nella maggior parte dei casi tra i 12 e i 18 anni, anziché tra i 15 e i 25 anni. I medici ospedalieri, specializzati nei disturbi del comportamento alimentare, sono soliti incontrare anche anoressiche di età compresa tra 8 e 9 anni! L'anoressia nervosa, che in Italia ora raggiunge i 485.000 casi totali, negli ultimi anni risulta stabilizzata su valori di 4-8 nuovi casi annui ogni 100.000 abitanti, mentre quella della bulimia nervosa risulta in aumento, ed è valutata in 9-12 nuovi casi l'anno. Ma il numero di anoressiche è probabilmente più elevato: rinnegando completamente la loro malattia e la magrezza ad essa associata, ricorrono a una consulenza psicologica solo se costrette e spinte dall'indebolimento fisico, risultato di un dimagrimento protratto nel tempo.
Florence Daine

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?