Home  
  
  
    Vincere le fobie
Cerca

Fobie
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Vincere le fobie

Ascensori, parcheggi, ratti, ponti… tutti elementi in grado di generare fobie. Spesso queste paure irrazionali rovinano la vita di chi ne soffre. Quali sono le cause? Come fare per sbarazzarsene?

Vincere le fobie
© Getty Images

Le fobie sono paure irrazionali e, molto spesso, gli stessi fobici le considerano esagerate. In genere sono legate a una situazione o a un insieme di situazioni, a un luogo o a un oggetto. Incontrollabili, provocano modifiche del comportamento quando ci si confronta con un’ansia o con una paura intensa. La paura si considera fastidiosa in modo anomalo quando c’è sofferenza, quando si evitano situazioni o si ha una modifica del comportamento.

Fobie sotto controllo

Esistono diversi tipi di fobie, definite in base all’oggetto che le scatena. Le fobie semplici (paura di una cosa o di una situazione) sono molto diffuse poiché riguardano dal 5 al 10% della popolazione. Spesso non hanno conseguenze perché le persone che ne soffrono riescono a controllarle.

L’agorafobia (paura dei grandi spazi) riguarda il 5% della popolazione. Le forme più gravi di fobie, soprattutto le fobie sociali (paura della gente, dello sguardo e della presenza degli altri) invalidano tra il 3 e il 5% della popolazione. Si manifestano con perdite importanti di fiducia in sé.

Le cause delle fobie

L’origine delle fobie è molto incerta. Possono essere legate a eventi traumatizzanti durante l’infanzia o l’adolescenza, oppure a situazioni di paura intensa mai superate. Le fobie sociali, per esempio, possono essere legate a eventi vissuti nel passato, per esempio un intervento in pubblico che non è andato bene. I timori possono anche essersi instaurati progressivamente e per molteplici cause a volte difficili da determinare.

Impara ad affrontare le paure

L’anzianità e la gravità della patologia determinano le tecniche di cura più adatte. Un primo consulto con uno psichiatra o con uno psicologo è necessario per analizzare la situazione. Se lo ritiene opportuno, il medico potrà consigliarti di seguire una terapia, in particolare una terapia comportamentale. Il trattamento consiste nell’agire sul riflesso della paura per modificarlo e decondizionare così la persona fobica. Questa tecnica preparerà gradualmente i fobici ad affrontare di nuovo le situazioni che causano problemi.

Un percorso graduale per vincere le fobie

Nel caso della paura dei volatili, per esempio, lo psichiatra o lo psicologo inizialmente lavoreranno con sedute di rilassamento sull’immagine dell’animale in questione: come lo immagina il paziente? Il lavoro verrà eseguito per gradi, in modo da non precipitare le cose. Si concentrerà sull’accettazione dell’animale servendosi di foto, poi attraverso progressivi contatti con esso. Tecniche di controllo dell’ansia potranno venire a rafforzare questo lavoro.

Per l’agorafobia le psicoterapie comportamentali possono essere di grande aiuto. Nel caso delle fobie sociali, il trattamento verrà eseguito attraverso terapie cognitive. Questo consente di lavorare sul modo di percepire gli altri. Occorre sempre fare le cose in modo progressivo, altrimenti c’è il rischio di rafforzare le paure, invece che curarle.

Ayla Seugon

Commenta
05/08/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Psicologia

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?