Home  
  
  
    Anno nuovo, vita nuova
Cerca

Feste di fine anno
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Anno nuovo, vita nuova?

Un altro anno finisce e, come d’abitudine, ci si ripromette di cambiare vita o di dare una svolta decisiva a quella routine che ci uccide. Quanto sono reali questi propositi? Si riesce davvero a portare a termine tutto ciò che vorremmo?

Anno nuovo, vita nuova
© Getty Images

“Dopo Capodanno mi metto a dieta”

Chi non ha mai pronunciato questa frase dopo i bagordi del Natale alzi la mano.  I sensi di colpa, e la pancetta che compare con nonchalance dal maglione appena regalato dalla zia, si fanno sentire e tutti gli sforzi messi in atto durante l’anno per smaltire i chiletti in più sono andati a farsi benedire. Se avete esagerato con panettone e torrone attenti al cotechino: il contorno di lenticchie non lo rende più salutare e i dietologi consigliano di mangiare “con criterio”. Ricordate però che anche se la linea è importante, lo è altrettanto il sentirsi liberi di concedersi un cenone per festeggiare con gli amici e la famiglia l’anno che se ne va. La dieta poi si farà, se vorrete rientrare nei pantaloni indossati fino al 23 dicembre: la stima degli amici, che vi hanno guardato storto perché non avete assaggiato quegli spaghetti con le vongole cucinati con tanto amore, non verrà riconquistata tanto facilmente. Tutto ciò spinge a voler dimagrire con l’avvento dell’anno nuovo, niente di più sbagliato: le azioni generate dai sensi di colpa hanno vita breve. Cercate invece di smaltire i pasti abbondanti con passeggiate e corse nel parco e a gennaio vi ritroverete più in forma, e meno stressati, di prima.

“Dopo le feste smetto di fumare”

Altra frase che tutti fumatori hanno pronunciato almeno una volta nella vita. Durante le feste, quel bicchierino in più ha invogliato molti ad esagerare anche con le bionde, con la scusa che “La sigaretta aiuta a digerire” oppure “Dopo il caffè e l’ammazzacaffè la fumatina è d’obbligo”. Ma perché aspettare il nuovo anno per liberarsi da un’abitudine così dannosa? E soprattutto, siete davvero convinti di volerlo fare? Ricordate che per smettere la forza di volontà è la più grande alleata e il fatto di iniziare un nuovo anno sul calendario non obbligherà la nostra coscienza a farci fare qualcosa per la quale non siamo ancora pronti. Ad ogni modo, di fronte alla prevedibile sconfitta, non gettate la spugna: ogni giorno è buono per prendersi cura della propria salute.

“Da gennaio mi impegnerò a trovare l’uomo/la donna dei miei sogni”

 Ci risiamo. “Non è vero ma ci credo” ecco cos’è che ci fa rimanere incollati davanti alla tv ad ascoltare le previsioni-segno-per-segno degli astrologi più quotati del momento. Quale sarà il segno fortunato dell’anno in amore? Chi arriverà in cima alla scala del successo nel lavoro? Questi e altri quesiti attanagliano le nostre menti che immaginano come potrebbe cambiare la realtà se solo si incontrasse quel tipo/a che ha il nostro stesso quadro astrale. Se vi siete lamentati per la cattiva mira di Cupido, che colpisce con le frecce solo le persone che vi circondano, sappiate che il partner ideale non si trova solo perché lo si è deciso a tavolino tra una partita a tombola e un bicchiere di spumante. Non ci si può “impegnare a trovare” un compagno o la donna dei sogni, ci si può impegnare però ad amarsi di più, il resto verrà da sé.

“Con l’anno nuovo voglio esaudire tutti i miei desideri”

Jovanotti “pensava positivo” e tutti noi vorremmo essere capaci di farlo, anche quando la vita ci mette a dura prova. Provate a vederlo mezzo pieno il bicchiere e, quando sembra praticamente vuoto, sforzatevi di vederlo semplicemente à metà. Esaudire i propri sogni è possibile ma senza l’amore e l’affetto dei propri cari è francamente inutile. Ricordate che un bel lavoro, un buono stipendio e la tranquillità materiale sono solo il contorno di un’esistenza felice costellata di amici e famiglia. Con l’anno nuovo cogliete l’occasione per curare di più i rapporti sociali, dedicarvi agli altri senza però mettere da parte voi stessi: siamo tutti parte di una grande famiglia e la solidarietà è il gesto più alto che si possa fare nei confronti del prossimo. Paradossalmente, più si dà e più si riceve, ma molti lo ignorano. Ripromettersi di migliorare se stessi o il proprio stile di vita è cosa buona e giusta, l’importante è non cadere nella frustrazione qualora non si riuscisse a portare a termine l’obiettivo che ci si è prefissati. Cogliete nel nuovo anno l’occasione per imparare ad ascoltare i vostri bisogni e quelli delle persone che amate, questo sì che è un traguardo importante, aldilà di oroscopi e fioretti. 

Non rimandate, non cercate date in rosso sul calendario per mettere in pratica qualcosa che vorreste (o dovreste) fare già da un po’. Siate consapevoli di quello che volete e ragionate per obiettivi, senza strafare.

L’1 gennaio è solo il primo dei 365 giorni dell’anno che vi aspettano per cambiare la vostra vita e quella degli altri!

Commenta
03/01/2012
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?