Home  
  
  
    Vacanze sì, ma separati!
Cerca

Amore
Amore
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Coppia: andare in vacanza ciascuno per conto proprio

E se quest'anno andassimo in vacanza separatamente? Per alcune coppie questa decisione potrebbe anche essere una chiave di longevità per la relazione. Interpretazione di una nuova tendenza, segnale di cambiamento della coppia, e consigli per vivere vacanze ideali con Marie Andersen, psicologa clinica.

Vacanze sì, ma separati!
© Getty Images

Vacanze sì, ma separati! "Un segnale di cambiamento della coppia!", spiega Marie Andersen, psicologa clinica. Breve excursus storico. All'epoca dei nostri nonni, la coppia rappresentava una necessità economica, sociale e familiare. In seguito, è il turno della coppia romantica (gli anni del dopoguerra) in cui l'amore è il cemento; la relazione è pressoché fusionale (simbiotica), la felicità risiede quasi interamente nel partner. "Una posizione che alza enormemente la posta in gioco generando enormi aspettative, soprattutto da parte delle donne, con le delusioni che ben conosciamo", commenta la specialista.

Sta tuttavia per emergere una nuova fase, con una generazione che ha assistito al divorzio dei propri genitori, in massa, e che dà prova di essere fortemente determinata a reinventare nuovi modelli. "Oggi non si cercano più l'intensità del sentimento né la fusione con il partner, ma una qualità del legame che potrebbe basarsi, tra l'altro, sul dialogo e sull'accettazione delle esigenze del partner", precisa Marie Andersen. A tale proposito, anche le vacanze sono l'opportunità per sperimentare comportamenti inediti.

Vacanze da soli: una scelta responsabile

Silvano decide di partire per una settimana di vacanze sulle Alpi con i suoi amici, tra passeggiate in bicicletta ed escursioni a piedi: insomma, soprattutto sport! Marianna preferisce invece starsene comodamente seduta in riva al mare con i suoi figli e le amiche. "Scegliere di fare vacanze separate quando le esigenze sono diverse può essere un segnale di buona salute della coppia", dichiara la psicologa clinica. Pretendere dal partner qualcosa che non può darci è spesso controproducente e, con l'andare del tempo, può rivelarsi snervante. Se uno dei due è uno sportivo incallito e l'altra un'amante del dolce far niente, fare scelte rivitalizzanti per entrambi, optando per vacanze separate, può fare bene alla coppia

Altro caso, quello delle famiglie ricomposte e delle vacanze in modalità "tribù". "Un modello non sempre applicabile, tanto più se la coppia lo vive già un fine settimana su due", aggiunge Marie Andersen. È comprensibile che andare in vacanza con i figli del partner non è proprio semplice. Ciò che si può trasmettere più facilmente ai propri figli può diventare presto esasperante per quelli del partner. Oltretutto, poiché i suoi figli ricordano tutti i giorni la presenza talvolta ingombrante dell'ex-coniuge, possono nascere alcune tensioni. Anche in questo caso, portare separatamente in vacanza i propri figli può rivelarsi una scelta vantaggiosa.

Il consiglio per l'estate: "È una scelta che non mette a repentaglio la coppia, purché si tratti di una decisione responsabile; in caso contrario, meglio verbalizzarla con chiarezza", avverte la psicologa. In altre parole, hai il diritto di non sentirti allettata da questa proposta, ma devi comunque avere chiari i motivi per cui è meglio prendere questa decisione. La soluzione è parlare. È fondamentale evitare di dire di sì quando si pensa il contrario: questo comportamento, infatti, potrebbe indurti inconsapevolmente ad assumere un atteggiamento vendicativo nei confronti del partner.

Le vacanze: una fonte di tensione nella coppia

Partite in vacanza insieme, ma questa pausa non è soddisfacente. "Alcune coppie funzionano meglio nella quotidianità che in vacanza", precisa Marie Andersen. Mentre la quotidianità è organizzata a regola d'arte, con un'agenda carica di impegni, le vacanze invece scombussolano le abitudini della coppia offrendo una pagina bianca che mette in evidenza la diversa gestione del tempo dei due partner. "Le vacanze diventano quindi motivo di tensione, dove ciascuno cerca di soddisfare le proprie esigenze, senza trovare un vero terreno d'intesa", osserva l'esperta. 

Il consiglio per l'estate: "Trova il coraggio di parlare", ribadisce Marie Andersen. Una situazione diventa un problema solo nel momento in cui viene taciuta. "Esprimere desideri discordanti, in modo che non suoni come un rimprovero, consente di trovare soluzioni che accontenteranno le due parti", aggiunge la psicologa. Ad esempio, durante le vacanze è possibile organizzare momenti da vivere insieme e altri da trascorrere separatamente. Oppure decidere di non partire insieme. Se i bioritmi e le esigenze sono diversi, non è comunque un dramma. Il dialogo può risolvere il problema creando delle opportunità. Il tuo nuovo mantra: trovare la "concordia" piuttosto che alimentare la "discordia".

Fare vacanze separati: rischi calcolati

Forse pensi che decidere di partire separatamente per le vacanze sia una scelta non priva di rischi. "In realtà, questo rischio esiste tutti i giorni, sia quanto il partner è in viaggio per un congresso di lavoro o va in vacanza da solo", relativizza Marie Andersen. Si tratta spesso di una fantasia. Se la coppia è in difficoltà, questa situazione mette semplicemente in luce un rischio quotidiano, in ufficio, a scuola di tuo figlio o sulla metro… Nessuno è al riparo da un incontro, ovviamente anche in vacanza. Per "innescare questa miccia", parlane! "È un argomento di discussione che occorre affrontare", insiste l'esperta. Cosa fare se capita? Concederselo o meno? La tua coppia è salda, quindi inutile crearti false pressioni. Allora, che aspetti? Cerca di trascorrere delle buone vacanze.

Vacanze in coppia: anche un'occasione per ritrovarsi

"Una coppia è un po' come una pentola: bisogna usare piccoli pezzi di legno per tenere viva la fiamma", rammenta Marie Andersen. Non funziona unicamente con la semplice magia dell'amore o l'attrazione fisica. La coppia ha bisogno di momenti da trascorrere insieme per ritrovarsi, per scoprirsi, instaurare legami, con momenti che esulano dalla quotidianità. Le vacanze offrono anche lo spazio per trovare un'intesa comune permettendo di rigenerarsi insieme. 

Catherine Maillard

Commenta
19/08/2016

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?