Home  
  
  
    Coppia: per durare, non dire tutto!
Cerca

Amore
Amore
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Coppia: per durare, non dire tutto!

Parlare della propria giornata, condividere le proprie emozioni, confessare un'infedeltà… Comunicare è diventata la parola d'ordine della relazione amorosa. Eppure dirsi tutto è talvolta pericoloso, e il silenzio ha le sue virtù. I consigli di Doctissimo su quello che in una coppia si può dire o no.

Coppia: per durare, non dire tutto!
© Getty Images

"Non dirsi tutto è segno di maturità" afferma lo psicologo Jacques-Antoine Malarewicz. Allo stesso modo, esigere la trasparenza è segno di una mancanza di fiducia in se stessi.
Oggi i codici della relazione sono cambiati e la coppia fusionale non è più un modello sostenibile. Bere un bicchiere con un amico, o cenare con un ex, senza dirglielo… ieri era impensabile, oggi è inevitabile! L'"io" non si confonde più con il "noi", è tempo di autonomia: per essere chiari, bisogna conservare la propria individualità… fino a un certo punto, ovviamente!

Che cosa dire in seno alla coppia?

Per Catherine Bensaïd, psicanalista, giocare la carta della trasparenza in una relazione amorosa significa correre il rischio di banalizzarla. "Confidandoti all'altro senza riserve, rischi di perdere il tuo mistero. Un fattore essenziale della seduzione". Senza contare l'aspetto immaturo di questa comunicazione verbale a oltranza. "Raccontargli regolarmente la mia giornata per filo e per segno, mi riconduce immancabilmente alla mia infanzia quando la mamma mi faceva mille domande", confessa Françoise. Alla lunga, il desiderio ne risente, e rischi di intrattenere una relazione più fraterna che amorosa.

Il momento opportuno per condividere

Se i piccoli segreti sono necessari, allo stesso modo, certi silenzi possono pesare parecchio. "Un licenziamento o una malattia grave sono dei punti che necessitano un dialogo", aggiunge Jacques-Antoine Malarewicz. In questi casi, saperne parlare è un segno di fiducia nell'altro. Quante coppie sono uscite rafforzate da prove difficili o da dure dispute grazie alla parola! Condividere le proprie emozioni va da sé, ma non in qualunque momento né in qualunque modo. Ognuno si porta dietro la propria storia, le proprie ferite. Davanti alle difficoltà è dunque inutile battere il ferro finché è caldo.
Catherine Bensaïd consiglia di "aspettare il momento opportuno, base di una comunicazione rispettosa nella coppia". Ancora una volta, ci vuole equilibrio, per capirsi meglio e dunque ascoltarsi meglio.

Consigli pratici per fare durare la propria coppia

Questi consigli ti possono aiutare a trovare la giusta via di mezzo fra trasparenza e silenzio:

Ciò che non bisogna dire: i piccoli silenzi

Tu resti a discutere con il tuo migliore amico(a) dopo il lavoro e ovviamente rincasi più tardi. Oppure ceni con un(a) ex. Se sai che entrambe le cose lo(a) fanno impazzire, e che la scenata è assicurata… allora muto(a)! Così facendo, tagli corto con le discussioni inutili e approfitti senza seccature (per tutti e due) di questi preziosi momenti di libertà.

Ciò che bisogna dire: Lascia perdere il tabù del denaro

Non hai resistito davanti all'ultimo gadget high tech (carissimo). Confessaglielo e trovate un rimedio insieme: prepara da mangiare tutta la settimana. Se sei stato(a) lincenziato(a), inutile far finta di andare in ufficio la mattina in attesa di trovare un altro lavoro(capita spesso). Metti le carte in tavola.

Dipende: l'infedeltà

Mettilo al corrente della tua scappatella nel caso in cui si tratti di un vero e proprio sintomo del malessere della vostra coppia. "Va male, e ti ho anche tradito". Altrimenti non vantartene, è un momento di individualità. Non ci sono né corna né tradimento. L'altro si sente escluso sono se l'amore è negato.

Catherine Maillard

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?