Home  
  
  
    Chi sono i seduttori del web?
Cerca

Amore
Amori virtuali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Chi sono i seduttori del web?

Il popolo di Internet guadagna ogni giorno qualche nuovo iniziato, ma pensare che 1 utente su 4 frequenta siti d’incontri on line è un dato che non può lasciarci indifferenti! Sei milioni e mezzo di single, nel nostro paese, si affidano al potere del mouse per trovare l’amore. Ma chi sono questi utenti? Cosa cercano? I giochi di seduzione sono diversi online? Esploriamo insieme questa nuova forma di ricerca dell’anima gemella.

Chi sono i seduttori del web?
© Getty Images

Ci sono quasi 25 milioni di single in Italia. I dati parlano da soli: negli ultimi cinque anni il numero di famiglie con un solo componente è andata via via aumentando: a Milano una casa su due è occupata da un single. 

Un successo crescente

In Europa, 35 milioni di persone, ossia un single su quattro, naviga sui siti d’incontri. Ma come spiegare questo successo? Innanzitutto, la nostra società ci offre sempre meno tempo e occasioni, rendendo difficile oggi incontrare l’anima gemella. Il web rappresenta un vantaggio innegabile : permette di connettersi 24 ore su 24 e di incontrare 10 o 100 persone in più rispetto al bar all’angolo o alla serata in discoteca. Ma il vantaggio principale è certamente la possibilità di conoscersi prima di incontrarsi. S’inverte così l’ordine naturale: si decide di incontrare fisicamente la persona quando già si avverte un buon feeling, invece che abbordare qualcuno per poi scoprire che si hanno dei punti comuni…e come sottolinea il sociologo Pascal Lardellier, «inciampare sullo schizzato di turno a livello virtuale, è comunque meno deludente emotivamente parlando!».

Il single medio

Il sito di incontri match.com, primo sito mondiale, ha cercato di valutare il profilo dei single virtuali. E il risultato della ricerca permette di distinguere alcune tendenze comuni. Innanzitutto, l’80% ricerca una relazione stabile e duratura. In pochi cercano la scappatella da toccata e fuga. Sono più che altro abitanti della città, forse semplicemente per la maggiore copertura internet urbana. Il 66% sono uomini e il 34% sono donne. Il 55% di utenti ha più di 30 anni e il 74% non ha figli. Ma occorre notare che questo riguarda Match, e che su Meetic gli utenti abituali sono più giovani (e volubili?). In ogni caso, come per gli appuntamenti più classici, i single del web sceglieranno il loro sito in funzione dei propri desideri…

Il nuovo «love attitude»

Una grande inchiesta europea, svolta dall’istituto inglese «The future Lab» per match.com ha cercato di valutare i nuovi trend nell’ambito degli incontri. Secondo i risultati, possiamo distinguere nel web, come nella vita vera, diverse tendenze in materia:

  • I neoromantici: Eh sì, c’è un ritorno al romanticismo. Perché,se l’audacia sessuale alla Melissa P e l’ostentazione, fanno notizia, sarebbero l’amore e i sentimenti a tornare di moda. 8 persone su 10 credono al colpo di fulmine.Addirittura, i single del web sono convinti di potersi innamorare anche dopo un semplice scambio di email.
  • Gli alter-ego: Contrariamente alla tradizione, gli opposti non si attraggono più: al contrario, le persone hanno la tendenza a cercare qualcuno che gli somigli, un riflesso nello specchio, un alter ego. D’altronde sul web, una delle prima domande sarà «qual è l’ultimo libro che hai letto?» o «l’ultimo film che hai visto?». Perché come sottolinea Pascal Lardellier «per amarsi, occorre condividere le stesse origini… e gli stessi orizzonti». La principessa che sposa lo scudiero, è pura fantasia! 
  • Gli strateghi: Certe persone hanno bisogno di rapidità e di efficacità, anche in amore. Lo stratega organizza la sua relazione amorosa dalla A alla Z, perché non ha tempo da perdere. Mette a punto una strategia, un programma, un progetto preciso per incontrare l’anima gemella, imponendosi di rispettarlo. E’ un po’ l’immagine dello speed-dating: si pianifica l’incontro, e se la scintilla non scocca, avanti il prossimo! L’obiettivo è di far fruttare al massimo la propria iscrizione al sito di incontri. «Questa fame di incontri, e questo zapping relazionale sono legati all’evoluzione della nostra epoca, al crescente individualismo» sottolinea Pascal Lardellier. «Consumare» l’incontro, la relazione come si consuma un pasto.
  • I divorziati «arcobaleno»: Aumenta il numero dei single cinquantenni, conseguenza diretta dei divorzi. I divorziati hanno deciso di «rifarsi». Vogliono in qualche modo recuperare il tempo che pensano ormai perso, spesso dopo anni di vita di coppia. «Fuori gioco» da troppi anni, hanno dimenticato le regole che sottendono il primo appuntamento (non è come andare in bicicletta, ci si può dimenticare come sedurre!). I siti di incontri sono allora il mezzo migliore per rimettersi in gioco.
  • I single incalliti: Certi single, soprattutto donne, non vogliono impegnarsi in una relazione stabile. Preferendo mantenere una rete di amicizie e di relazioni, piuttosto che legarsi con la stessa persona per tanto tempo. D’altronde questa sembra essere la tendenza: il 37% di single, uomini e donne, dichiarano di avere delle relazioni sessuali una volta a settimana!

Come nella vita!

E come funziona sul web? È vero che gli incontri virtuali permettono di attenuare la timidezze e altre fobie sociali, per permettere di discutere più liberamente. Ma globalmente, esiste una forte somiglianza con la vita vera. Troverete i seduttori della serie «basta che respiri», persone più riservate che si apriranno solo dopo un lungo corteggiamento, ecc. Internet, semplicemente, accelera la cronologia degli incontri. Si abborda, si arriva al dunque velocemente, e se la scintilla non scocca la comunicazione è altrettanto immediata. Contrariamente a quanto si pensa, le persone non mentono poi così tanto. Perchè i mitomani vengono smascherati quasi subito…

E l’efficacità degli incontri? I responsabili dei siti sono piuttosto evasivi. Perché, come riconoscono loro stessi, quando i single incontrano l’anima gemella, di certo non tornano ad «urlarlo» on-line! Il sito Match.com dichiara di ricevere un centinaio di email ogni mese di persone che hanno incontrato l’anima sorella grazie al loro sito. Match.com, inoltre, ha avviato un sondaggio sul celibato, che dovrebbe far luce e precisare il profilo dei single virtuali e il successo degli incontri in linea.

Alain Sousa

Commenta
22/05/2012
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?