Home  
  
  
    Internet: una rivoluzione sessuale in atto
Cerca

Amore
Amori virtuali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Internet: una rivoluzione sessuale in atto

In che modo Internet ha operato una vera e propria rivoluzione sessuale? Nel documentario sottoforma di trittico, "Sexe, Amours et Société" (Sesso, amori e società. n.d.t.), la produttrice Rachel Kahn esplora come questo strumento abbia abbattuto le frontiere e rivoluzionato i costumi. Non perdere il nostro appuntamento con queste nuove connessioni… amorose!

Internet: una rivoluzione sessuale in atto
© Getty Images

Dietro click e profili da riempire, i siti di incontri, sempre più numerosi, modificano radicalmente il nostro modo di vivere la sessualità. "Sebbene il denominatore comune resti sempre la ricerca dell’essere perfetto, sta di fatto che aspettando di trovarlo, non gli passa assolutamente per la testa di rinunciare al sesso", commenta la produttrice e giornalista Rachel Kahn. In altre parole, gli internauti, progettando una storia duratura con la loro anima gemella, affermano il desiderio di sesso. Fanno l’amore a due, o più… e ad ogni età!

Cadono le barriere!

Il motivo del successo dei siti di incontri on line non è più un segreto. Per il sessuologo Gonzague de Laroque Latour, "Internet permette di vincere l’angoscia del primo approccio, delle prime parole".  Con lo schermo in mezzo, anche i timidi o i complessati hanno una chance. Lasciarsi su internet è più semplice, ci confidano gli utenti, indipendentemente dall’età. Secondo elemento vincente: l’ utilizzo transgenerazionale.
Elemento ricorrente nel documentario, con ironia e in modo scherzoso, internet convince tutti, grandi e piccoli. "Che siano anziani, nati negli anni del boom economico o giovani, la possibilità di vivere liberamente  la sessualità è accessibile a tutti", spiega Rachel Kahn. E infine, l’onnipotenza del sogno gioca un ruolo molto importante. L’incontro sul net apre spazi proibiti, e ormai ne restan pochi… Passare una serata con Tarzan o una sexy infermiera è possibile, basta solo aggiungerlo alla barra delle applicazioni…

E’ innegabile, nell’era della virtualità, la sessualità si scatena, anche se il passaggio all’atto non è mai obbligatorio… Si è liberi di scegliere. Secondo lo scrittore Pascal Bruckner, "tanti si accontentano di cacciare su internet, harem sessuale, senza mai passare all’atto pratico".

Un cambiamento maggiore per la generazione giovane!

Il corteggiamento su internet ha soppiantato quello in strada. Per i giovani, fermare una ragazza per strada è ormai impensabile, fuori moda. "Non è una strategia sicura, on line invece il sistema è molto più efficace" confessa Zola nel documentario. Là, puoi chattare con più ragazze contemporaneamente. Per gli amanti dei grandi numeri, Internet è il sogno! Ma anche per le ragazze. La rivoluzione sessuale conquista nuovi spazi, come l’ugugaglianza uomo-donna. In alcuni siti, poi, si arriva addirittura a ridurre l’uomo a semplice oggetto da coccolare. Una prova? Il commento di Salim, 22 anni : "L'impressione di essere un uomo-oggetto è reale, ma io non sono contro, anzi… ".

A chi teme per la generazione dei giovani, lo psicoanalista Serge Tisseron risponde, fugando ogni dubbio: "Alla fine, i giovani corrono un rischio minore di altri di « virtualizzare » la vita sociale, perché gli ormoni li spingono a incontri reali ". Speriamo ch’abbia ragione!

La rivincita degli anziani!

Un’altra generazione ha visto stravolgere del tutto la propria vita sessuale : gli anziani. "Con Meetic, il lato positivo è che non si è mai condannati, mai prigionieri della propria età" confessa lo scrittore Pascal Bruckner. L’anonimato assicurato dai siti di incontri li protegge, non c’è più l’esclusione di questa generazione. Ci si può lanciare, in qualsiasi momento, sul mercato dell’amore… e del sesso.

Nel corso del documentario, questa nuova minoranza iniziata alla virtualità,  dopo esser passata a una vita più tranquilla, confessa la propria esperienza in rete. Una rivoluzione. A 82 anni, Madeleine riceve proposte da un giovincello. Una delusione… Nel gioco di amore e azzardo, ognuno lancia la sua carta.

Il rovescio della medaglia!

Ogni medaglia ha il suo rovescio… Per lo scrittore Didier Lestrade, "Internet, nella nostra società di consumo, può anche diventare un sistema compulsivo ". Vera caccia di risonanza della vita moderna, Internet sembra sussurrare all’orecchio, "Perché scegliere, quando c’è una vasta gamma a disposizione?! ". Per Marie, 52 anni, "Internet è un supermercato dove l’indecenza è concessa". Cita incontri dove la prima domanda posta verteva sulla posizione preferita e sulla fellazio! Di questo piccolo gioco, tuttavia qualcuno si stanca. « E’ faticoso, una ragazza diversa al giorno", rivelano alcuni. "E’ alienante, non si capisce più bene chi si è», confessano altri.
Se la rivoluzione sessuale attivata da internet è esplicita, restano ancora da smascherare i veri contorni di una nuova arte d’amare, nel vivo di una relazione, con o senza schermo in mezzo!



Catherine Maillard, 28 aprile 2010

Commenta
24/06/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?