Home  
  
  
    Le avventure virtuali
Cerca

Amore
Amori virtuali
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La dura realtà delle avventure virtuali

Già da molti anni, Internet è accusato di fare aumentare i casi di infedeltà. Di fronte a queste avventure virtuali, diverse compagnie hanno subodorato un nuovo filone: i software di spionaggio intimo. Famosi negli Stati Uniti, questi prodotti tentano di sedurre l'Europa a forza di spam, di campagne stampa... e violazioni della libertà individuale.

Le avventure virtuali
© Jupiter

Ti ricordi degli slogan che vantavano i meriti del Web: Internet permetterà di parlare con persone che vivono dal lato opposto del pianeta… Se alcuni criticano una comunicazione svuotata di senso, altri costatano che in materia di avvicinamento il Web può talvolta superare ogni attesa… nel bene, come nel male.

Il Web aumenta la (cyber)infedeltà

Oltre Atlantico, all'origine di numerosi divorzi ci sarebbero delle attività extraconiugali in Internet. Così, il sito Infidelitycheck.com diffonde delle statistiche, difficili da verificare, le une più allarmanti delle altre: un terzo dei divorzi è provocato da avventure virtuali, il 46% degli uomini dichiara che un'avventura on line è assimilabile a un adulterio, ecc. Anche se dopo il caso Monica Lewinsky, la concezione americana dell'adulterio resta un'eccezione culturale, avvocati e consiglieri coniugali ammettono che le infedeltà reali nate nei forum di discussione o nelle messaggerie elettroniche sono in costante aumento.

Dopo avere accusato il telefono cellulare di favorire le sregolatezze, tocca dunque a Internet farsi mettere alla gogna delle convenienze coniugali. Per la sua facilità d'uso e il suo relativo anonimato, il Web potrebbe sedurre gli avventurieri più timidi. Anche se in Francia non esistono statistiche su queste intemperanze virtuali, sembrerebbe che il fenomeno non sia totalmente confidenziale. Non ci voleva altro perché alcune società informatiche reagissero allo sconforto delle vittime.
Lo sconforto è un business…

Panoplia perfetta del geloso morboso

Sei sospettoso(a) riguardo alle conversazioni on line del tuo coniuge? Potresti avere voglia di ricorrere a un nuovo tipo di detective privati: i software di cyberspionaggio.
Così, la stampa francese e internazionale ha dato grande rilievo a un nuovo software battezzato Lover spy, venduto on line, che propone di istallare una spia nel computer della persona sospetta, inviandole una semplice cartolina d'auguri. Secondo questa tecnica, chiamata "Cavallo di Troia", la spia s'installa all'insaputa del destinatario, che non vede altro nella missiva, se non un'attenzione delicata…
Ma questo software non è il solo a cavalcare l'onda del nuovo mercato. Numerose compagnie hanno annusato il filone. Un uomo d'affari californiano, John LaSage ha visto sua moglie abbandonarlo, lui e le sue due figlie, per raggiungere un neozelandese conosciuto sul Web. Superata la tristezza, l'istinto del businessman ha permesso al marito tradito di creare il sito chatcheaters.com.

Come infidelitycheck.com, questo sito non propone solo un sostegno per un nuovo genere di mariti cornuti. Desiderando agire a monte del problema, vende dei software di spionaggio le cui promesse di sorveglianza sono le une più spettacolari delle altre.
Globalmente, queste spie informatiche setacciano i siti di conversazione, la posta elettronica, le password, effettuano copie dello schermo… e alcuni offrono la possibilità di attivare segretamente la webcam della persona sospettata. Più puntuale di un detective privato, il software propone persino di fornire un rapporto dettagliato delle attività del sospetto, entro un termine stabilito.

Fra storie di infedeltà raccontate alla prima persona e testimonianze sulle devastazioni del cybersesso, questo sito propone la panoplia completa del(la) geloso(a) morboso(a): videocamera in miniatura, spia GPS per l'automobile, tastiera per registrare in diretta tutto ciò che viene battuto… tutto il necessario per violare senza vergogna l'intimità dell'altro.

Attenzione al cornuto ficcanaso!

Questi software possono anche essere usati nell'ambito dello spionaggio industriale, o per sorvegliare le attività on line dei figli o anche … degli impiegati. Anche se la maggior parte di queste attrezzature si fa beffe ( anche negli Stati Uniti) della legge sulla confidenzialità, esse restano in libera vendita on line a prezzi modici (intorno agli 80 €)… contrariamente alle pene pecuniarie che potrebbero provocare in caso di denuncia nei confronti dei ficcanaso.

La recente campagna mediatica intorno a questi nuovi software, ne annuncia lo sbarco in Europa. I testi di legge saranno sufficienti per bloccare questa evidente violazione della libertà individuale? Secondo Nathalie Beslay, avvocato del Foro di Parigi, "non esistono disposizioni di legge specifiche su questi programmi di spionaggio.
Nondimeno, i testi esistenti permettono di presumere la responsabilità penale dell'autore a due titoli. Da un parte, l'istallazione del software di spionaggio all'insaputa dell'utilizzatore è assimilabile a una frode informatica. D'altra parte se il programma permette di registrare delle mail, può scattare la condanna per violazione della corrispondenza privata".

Un'altro punto non trascurabile è che ogni tipo di informazione raccolta grazie a questi software non potrà essere prodotta davanti alla giustizia (in caso di divorzio, per esempio) perché ottenuta in maniera illecita. Concretamente la persona spiata può agire in giudizio contro il coniuge per violazione della corrispondenza privata, anche se quest'ultimo, in caso di matrimonio, può beneficiare di circostanze attenuanti.

Privilegia il dialogo!

Sentimento perfettamente naturale, finché resta nei limiti della moderazione, la gelosia morbosa, smisurata, soffocante, insopportabile, può mettere in pericolo la salute mentale e la vita di coppia… Allora perché non prendere il toro per le corna: scegli il dialogo con il tuo coniuge e consulta il nostro dossier sulla gelosia.
David Bême

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?