Home  
  
  
    Alle origini della gelosia
Cerca

Amore
Gelosia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Alle origini della gelosia

Chi non ha mai conosciuto la gelosia? Essa esiste in tutte le culture! A seconda degli individui, le origini di questo sentimento sono svariate. Mancanza di fiducia, protezione, rimozione…. Doctissimo ritorna sulle motivazioni che si nascondono dietro la possessività in amore.

Alle origini della gelosia
© Getty Images

La gelosia si profila in numerose coppie, spesso senza una ragione… apparente!

La gelosia, un bisogno?

La gelosia è un sentimento frequente: fin dall'infanzia abbiamo bisogno di essere amati e anche preferiti! Questo sentimento può dunque manifestarsi nei confronti di uno dei genitori, di un fratello o di una sorella. D'altra parte Freud scriveva che non provare della gelosia non è normale. Secondo lui si tratterebbe addirittura di un bisogno! È vero che questo sentimento è osservabile in tutte le culture e a qualsiasi latitudine. Comunque, bisogna sottolineare l'influenza dei valori di una società: il valore attribuito alla fedeltà nella coppia è importante per lo sviluppo di questo sentimento. Senza parlare dei cambiamenti degli schemi familiari (la poligamia, per esempio).

Su tutte le sue forme…

Di fatto, Freud distingueva tre forme di gelosia:

  • La gelosia normale, concorrenziale: quando il partner viene inconsciamente identificato alla madre o al padre. Il geloso prova allora una sorta di paura di perdere il seno materno…
  • La gelosia proiettata: quando il geloso sospetta l'altro perché è egli stesso infedele.
  • La gelosia delirante: per Freud, si tratta di una denegazione della propria omosessualità: "io non lo amo perché è un uomo, ma è mia moglie che lo ama"…

Uomini e donne: la stessa lotta

Sembra che ci siano più gelosi patologici fra gli uomini che fra le donne. Di fatto, non si conoscono delle cifre esatte a questo proposito. Ma sembra che si tratti di un sentimento equamente suddiviso, e solo più vistoso negli uomini… E sussiste un'interpretazione legata alla cultura: spesso si considera che un uomo sia capace di avere dei rapporti solamente per il sesso, mentre la donna investe necessariamente i suoi sentimenti nella relazione. L'infedeltà femminile è dunque considerata più grave, il che potrebbe spiegare le reazioni più violente dei loro partner.

Mancanza di fiducia

Oggi, gli specialisti sottolineano che questo sentimento può trovare una spiegazione più semplice, come la mancanza di fiducia in se stessi. Il geloso dubita del proprio potenziale di seduzione. Quando si ha abbastanza fiducia in sé, in generale si proietta la propria fiducia sull'altro.
In alcuni casi potrebbe anche trattarsi di "angoscia di fusione". Il geloso ha paura di perdere la propria identità nella coppia, e cerca dunque una terza persona per rassicurarsi. La gelosia gli permette in qualche sorta di conservare la propria autonomia, cioè di esistere.

Un circolo vizioso?

Paradossalmente, numerosi gelosi, e cioè degli ansiosi che dubitano di se stessi, scelgono dei partner che esasperano tale sentimento. Per rassicurarsi, si mettono in coppia con donne attraenti o addirittura seduttrici. Queste si caratterizzano dunque per una socievolezza che in definitiva esaspera il sentimento di gelosia! Oltre a questo circolo vizioso, bisogna sottolineare che la gelosia può essere un modo di vivere liberamente consentito! Alcune coppie basano la loro relazione sul meccanismo provocazione/gelosia. E in alcuni casi, il coniuge, oggetto del sospetto, può trovare questa gelosia positiva: è il centro d'interesse esclusivo dell'altro!


fonte: Congresso sesso e psichiatria, 6 dicembre 2003.

Alain Sousa

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?