Home  
  
  
    L'infedeltà fuorilegge
Cerca

Amore
Infedeltà
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L'infedeltà fuorilegge

A seconda delle differenti culture, leggi o religioni, la nozione di fedeltà e soprattutto la repressione dell'adulterio variano completamente. Che cosa si rischiava a essere infedeli nell'antico Egitto? E nell'antica Roma? Oggi siamo tutti uguali nell'infedeltà, di qualunque cultura, religione, o sesso siamo?

L'infedeltà fuorilegge
© Jupiter

L'accettazione dell'infedeltà è molto cambiata nel corso delle epoche. Anche se oggi, nelle società occidentale, essa sembra ben tollerata, non è il caso dappertutto, a seconda della cultura della società o del sesso.

Le tradizioni antiche.

Nell'antico Egitto, le donne infedeli erano punite con la pena di morte e annegate, ma potevano essere graziate dai loro mariti, che avevano anche il diritto di uccidere l'amante. Secondo la legge assira, il marito aveva la scelta: uccidere immediatamente i colpevoli, domandare ai giudici la loro mutilazione, oppure perdonare. Gli Ebrei punivano la donna adultera, sola o con l'amante, alla lapidazione. Presso i Greci, in alcune città, il marito poteva uccidere gli amanti o chiedere una compensazione finanziaria.

Ad Atene, il marito non era tenuto al dovere di fedeltà, solo la donna veniva punita.
Non rischiava la morte, ma di essere ripudiata dal marito e bandita dalla società. A Roma, la punizione dipendeva dal marito; la donna poteva essere condannata a morte.

La fedeltà nella morale giudeo-cristiana

Fra i dieci comandamenti ricevuti da Mosé, il sesto stipula: "Non commettere l'adulterio". Con il cristianesimo il discorso si precisa; Gesù ha detto: "colui che desidera la donna con il solo sguardo, ha già commesso l'adulterio nel suo cuore". Da notare che secondo questa morale, l'adulterio del marito diventa altrettanto riprovevole di quello della moglie, il che, nei fatti non era sempre vero

La poligamia

A Singapore, nel 1985, il primo ministro incoraggiava la poligamia, per aumentare il tasso di natalità. In alcuni paesi africani, la poligamia è al tempo stesso un segno esteriore di ricchezza, e un simbolo di potenza sessuale. In materia di matrimonio, l'Islam permette all'uomo di avere fino a quattro spose legittime, senza limitazioni di numero per le concubine. Ma come le società giudeo-cristiane, le società musulmane sono molto rigorose nei confronti dell'infedeltà coniugale della donna!

L'infedeltà di fronte all'integrismo religioso

Nel film "Yol", il cineasta turco Yilmaz Güney racconta il ripudio di una moglie infedele da parte del marito, che la abbandona su una montagna, sotto la neve. In Iran, sotto il dominio di Khomeyni, i colpevoli di adulterio venivano puniti con la lapidazione. In Afghanistan, dopo l'arrivo al potere dei Talebani, l'esposizione in pubblico di una parte del proprio corpo da parte della donna è assimilata all'adulterio e punita con la pena di morte.
Marianne Chouchan

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?