Home  
  
  
    La tentazione dell'infedeltà...
Cerca

Amore
Infedeltà
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La tentazione dell'infedeltà...

Nella vita di tutti i giorni, la fedeltà è spesso messa a repentaglio. Fatalità o crisi passeggera, come trovare un compromesso tra la voglia di guardare altrove senza mettere in pericolo la coppia? Scopri tutti i nostri consigli prima di cedere o meno alla tentazione...

La tentazione dell'infedeltà...
© Jupiter

L'amore, il desiderio… sappiamo bene di che si tratta! Quando osserviamo da vicino l'evoluzione del concetto di infedeltà nel corso della storia, ci accorgiamo che nel XII secolo il mito amoroso, quello di Tristano e Isotta, si fondava già sull'adulterio. Più vicino ai nostri giorni, nel 1968, i figli del baby boom si danno al libertinaggio. Negli anni 2000, in un'epoca in cui imperversa il culto dell'ego, la persona si trova contesa tra l'amore per l'altro e l'amore per se stessa. Le immagini dell'amore sono ora folli e intrise di libertà, ora coniugali e intrise del desiderio di stabilità. In ogni caso, il concetto di infedeltà si riferisce ai legami sacri del matrimonio, dell'amore unico, di cui non è così facile disfarsi. Evoluzione del costume o meno, quando capita, è sempre un momento difficile da gestire.

Un messaggio inconscio?

Tra la mancanza di comunicazione nella coppia o la rassicurazione narcisistica, le ragioni che spingono a essere infedeli non sono sempre quelle che si dichiarano in modo consapevole. "Nella maggior parte dei casi, l'infedeltà sopraggiunge dopo quattro anni", spiega Gonzague Masquelier, psicoterapeuta. "Ovviamente, in questa situazione entra in gioco la monotonia sessuale". Ma al di là di questo aspetto, quando un partner investe un altro oggetto di desiderio, si tratta anche di un messaggio inconscio. Quello di una mancanza, che sia di amore, di creatività o di investimento nella relazione.
Maria, insegnante, sposata da 7 anni, adduce come motivazione della sua infedeltà il desiderio di ritrovare valore sotto un nuovo sguardo. Quanto agli uomini, "sono presi, simbolicamente, dall'immagine della madonna e da quella della puttana", aggiunge il Dr Gérard Leleu. L'infedeltà permette all'uomo di distinguere l'amore dall'erotismo.

Il passaggio all'atto…

Al di là dei codici comportamentali e dei discorsi, quel che si mette in gioco nell'infedeltà spinge a porsi una serie di domande su se stessi e,
naturalmente, sulle conseguenze di questo comportamento sulla coppia.
Perché lo fai? Perché ferire l'altro per rassicurarti? "Quasi sempre, i conflitti risalgono all'infanzia", afferma il Dr Gérard Leleu. "Il bambino poco amato e ferito che è dentro di noi, sempre insoddisfatto, ci spinge a passare tra le braccia di sempre nuovi partner. Se prendiamo coscienza della nostra "programmazione infantile", il nostro bisogno di essere consolati o di sedurre ai quattro venti può finalmente cessare. A quel punto, non si avverte più l'esigenza di moltiplicare le relazioni sentimentali. Inoltre, "andando a cercare altrove ciò che manca nella coppia, la si priva delle cure e delle attenzioni che la fortificano", spiega Gonzague Masquelier. È una decisione da non prendere alla leggera.

Confessare o no?

Sicuramente, il problema della confessione è delicato. Non esistono regole in materia e sta a te prendere la decisione, in base alla tua intima convinzione… Puoi scegliere di informare il partner della tua scappatella, se questo evento è sintomo di un malessere all'interno della coppia. "Le cose tra noi non vanno, infatti ti ho tradito". Questa potrebbe essere l'occasione per avviare la discussione con il partner. Succede anche che queste avventure finiscano per rafforzare il legame coniugale.
Per il Dr Gérard Leleu, "il dramma dell'infedeltà sarebbe quello di accusare l'altro delle proprie sofferenze". Mostrarsi maturo significa assumersi la responsabilità di ambo le parti.
Se, invece, è il bisogno di avventura che ti ha spinto a cercare altrove e il sentimento d'amore è forte all'interno della coppia, puoi scegliere di non parlarne affatto: è un momento del tutto personale e non esiste "cornuto", né inganno se l'amore non è stato rinnegato. Sta a te agire come ritieni più opportuno per la tua coppia.
Catherine Maillard

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?