Home  
  
  
    Il doppio tradimento
Cerca

Amore
Infedeltà
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Mi ha lasciata per la mia migliore amica!

Come reagiresti nello scoprire che il fidanzato ti tradisce con la tua migliore amica? La situazione è doppiamente delicata: al senso di abbandono che si prova per qualsiasi tradimento si aggiunge infatti l'amarezza per un'amicizia andata in fumo.

Il doppio tradimento
© Getty Images

Il mondo mi è crollato addosso il giorno in cui il ragazzo con cui uscivo mi ha lasciata per la mia migliore amica: sono passata di colpo dalla felicità alla disperazione. Loro erano felici, e dicevano di volermi aiutare! Ma come accettare l’aiuto di chi ti ha tradito? Ho smesso di frequentarli, ritrovandomi così da un giorno all’altro senza compagno e senza amica. 

Amore e tradimento

Non so con chi ce l’ho di più: con lui, che si approfittava delle confidenze che gli facevo sulla mia amica? All’inizio, infatti, lei non gli piaceva per niente e lui subiva la sua presenza controvoglia; sono stata io a fargli scoprire la ricchezza della sua personalità! O devo invece prendermela di più con lei, che sapeva tutto di lui, di me, del nostro amore? Come ha osato saltarle in mente di flirtare con lui?

Li ho gettati mio malgrado l’una nelle braccia dell’altro, designandomi come vittima della loro cospirazione! Formavamo un trio inseparabile, uscivamo sempre in tre, viaggiavamo insieme! Lui mi abbracciava e mi accarezzava davanti a lei senza alcun imbarazzo. Un giorno anche lei avrebbe trovato qualcuno, e speravamo che questo quarto componente si sarebbe adattato a noi tre e al nostro modo di vivere. Ma il quarto non è arrivato, e nemmeno il trio esiste più. Ci sono solo loro due e io, tutta sola.  

Come avrei potuto immaginare, quando la consolavo per le sue disavventure amorose, che mi avrebbe rubato il fidanzato? La nostra amicizia era così profonda che le confidavo tutte le mie gioie e tutti i miei dubbi. Allora immaginavo di passare la vita con questo ragazzo, e lei mi incoraggiava, dicendo che eravamo fatti l’uno per l’altra e che era un piacere vederci insieme! Coma potevo sospettare che fosse innamorata di lui? 

Un amore a due… o a tre?

Purtroppo è così: hai involontariamente messo insieme il tuo ragazzo e la tua migliore amica. A furia di fare "buona pubblicità" dell’uno all’altro, li hai fatti innamorare. Probabilmente la tua amica ha cercato di resistere: è per questa ragione che, prima che lui ti lasciasse, sosteneva che eravate fatti l’uno per l’altra. In realtà, però, non sei stata un po’ crudele facendo di lei la confidente e la testimone permanente della tua felicità? Tu vivevi un momento di grande armonia mentre lei era sola… 

Come gemelle siamesi

Per quanto riguarda il tuo ragazzo, all’inizio della storia si dedicava solo a te, ma ha dovuto imparare a dividerti con la tua amica, finendo così per non poter più fare a meno né di te né di lei. Probabilmente ha iniziato a pensare id avere bisogno di entrambe, convincendosi di amarvi inseparabilmente!

Non facevi un passo senza di lei: l’intimità che lui già conosceva con te ha voluto averla anche con lei. Eravate come due sorelle gemelle, identiche e allo stesso tempo così diverse… La tentazione del "frutto proibito" ha avuto il sopravvento e il tuo ragazzo, a furia di resistere, ha iniziato a desiderare perdutamente questa donna proibita. Cedendo all’attrazione reciproca, il tuo ragazzo e la tua amica hanno distrutto la stabilità del trio, ma quella che tu chiami "cospirazione" o "tradimento" non è che la conseguenza di una costruzione asimmetrica e quindi non equilibrata.

L’unica lezione da trarre è forse questa: evita le situazioni a triangolo, in cui il terzo è solo lo spettatore di una relazione affettiva. In amore è importante preservare il mistero e l’intimità della coppia!

Marianne Chouchan

Commenta
03/01/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?