Home  
  
  
    Tradimenti in aumento
Cerca

Amore
Infedeltà
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Tradimenti in aumento: dai sensi di colpa all’elogio delle corna

C’è una rivoluzione psico-sociale che travolge le coppie italiane: il tradimento non è più il demonio, l’amante a volte può far bene alla famiglia, le corna possono far bene allo spirito. Quella italiana è ancora una società di principi legati alla cultura cristiana, dove la monogamia è d’obbligo e gli sforzi per non tradire il proprio coniuge superano le tentazioni. Ma parlare di amanti e tradimenti non è più un tabù, suscita meno traumi e molte famiglie non vivono più l’infedeltà come un incubo.

Tradimenti in aumento
© Getty Images

I dati diffusi dall’Associazione avvocati matrimonialisti italiani (Ami) non lasciano dubbi: l’Italia è ormai in linea con i Paesi del nord Europa, il 55% dei mariti e il 45% delle mogli hanno tradito almeno una volta. Facendo una media, si può dire che per ogni famiglia c’è uno dei due che tradisce. Però gli italiani restano i campioni del “mordi e fuggi”: nel 70% dei tradimenti infatti si tratta di scappatelle, nel 30% di relazioni stabili. Il lavoro è l’ambiente galeotto per eccellenza, dove avvengono sei tradimenti su dieci.

 

Sessuologi ed esperti sono d’accordo: più che il numero dei tradimenti aumentano le ammissioni, cresce il numero delle corna trasparenti, vissute come un fatto ineluttabile e quindi da accettare. Spiega infatti il presidente nazionale dell’Ami, Gian Ettore Gassani: “Nel 50% dei casi i tradimenti sono tollerati”.

 

E poi ci sono i social network a facilitare lo scopo dei fedifraghi: «Gli uomini maturi – spiega ancora Gassani – davanti alla tastiera del computer vincono tutte le loro timidezze trasformandosi in romantici poeti e implacabili seduttori attraverso le varie chat». E’ la cosiddetta “sindrome di Peter Pan” che colpisce i cinquantenni e li trasforma in adolescenti alla ricerca del partner digitale. Solo che da virtuale si trasforma in carnale, in linea con i propri gusti e le proprie esigenze.

Gleeden, il giardino segreto

Accolto da forti critiche moralistiche quando a fine 2009 aprì nella sua versione italiana, il sito Gleeden.com nasce per cornificare, creato apposta per gli sposati con il desiderio di una relazione extraconiugale. Il sito, gratis per le donne e a pagamento per gli uomini, conta quasi mezzo milione di iscritti e sono proprio gli italiani a fare la parte del leone: 90.000, secondi solo ai francesi.

«All’inizio erano solo curiosi – spiega a Doctissimo il fondatore Teddy Truchot – poi le iscrizioni sono perdurate raggiungendo il picco ad agosto scorso, senza mai diminuire». Traditori che non hanno tempo da perdere nella ricerca o nel corteggiamento di un amante: «I nostri iscritti sono lavoratori professionisti tra i 30 e i 40 anni, molti lavorano nella finanza, altri sono medici». Le cifre assomigliano a quelle indicate dai matrimonialisti italiani: «Il 56% sono uomini sposati o in coppia, il 35% donne sposate o in coppia, il restante 9% sono single, di cui la metà divorziati o separati».

Gleeden garantisce l’anonimato e consente di mostrare foto solo agli utenti di cui ci si fida. E poi c’è il tasto “panic”, da cliccare quando si avvicinano occhi indiscreti. «E’ come un giardino segreto, dove tutto è permesso, senza paura di esssere giudicati», conclude Truchot.

1 Tradimenti in aumento - continua ►

Commenta
15/11/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?