Home  
  
  
    Sedurre in spiaggia
Cerca

Amore
Seduzione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Guida del seduttore da spiaggia

Le vacanze stanno per arrivare, e tu ti ritrovi ancora solo(a) sul tuo asciugamano da spiaggia… E se approfittassi proprio dell'atmosfera estiva per fare nuovi incontri? Il mare, il sole e la sabbia fine sono ingredienti propizi a un idillio, a condizione di non commettere sbagli, e di seguire i nostri consigli di seduzione! Da leggere per mettere un po" di sale nella tua vita amorosa…

Sedurre in spiaggia
© Getty Images

"Sea, Sex and Sun", cantava Gainsbourg. È vero che il mare può offrirti la possibilità di incontrare l'anima gemella. A condizione di saper giocare bene le tue carte!

Curare il proprio look

Punto numero uno: in spiaggia, è difficile fingere con l'apparenza o utilizzare artifici.
Cari signori, è inutile che contiate sul vostro costume italiano per sedurre. Signore, la vostra camicetta portafortuna non vi aiuterà un granché. È quindi importante che abbiate preparato in anticipo il vostro soggiorno al mare, grazie a esercizi di ginnastica e una piccola dieta per snellire la linea. È inutile invece tentare di scolpire il proprio corpo: lo stile bagnino o campionessa della Germania Est ha pochi sostenitori… a parte i fan delle serie televisive!
Ma non dimenticare che hai solo qualche centimetro di stoffa per metterti in valore.
Un consiglio: scegli la semplicità. Scarta i motivi a grandi fiori colorati. Idem per gli uomini, il bermuda rischia di darvi un aria da dilettanti, mentre il costume a slip vi darà un look più sportivo…
Una domanda per le signore: per sedurre è meglio con o senza il pezzo di sopra? Vedete voi! Ma è sempre meglio mantenere un po" di mistero… Per finire, per quanto riguarda gli accessori, gli occhiali da sole non devono essere troppo stravaganti. Non esitare a sollevarli di tanto in tanto: non c'è nulla di meglio di uno sguardo franco per sedurre, senza barriere.

Le tecniche da evitare

Un consiglio, evita di proporre di spalmarle(gli) la crema solare sulle spalle. Questo stratagemma è troppo compromesso e ti farà perdere immancabilmente parecchi punti.
A meno di declinarlo sul registro dell'autoderisione, ma la cosa richiede una certa abilità, e ti obbliga a continuare su un tono umoristico. Un'altra possibilità: presentati con il tuo tubetto, e proponile(gli) di spalmarti la crema, ma ancora una volta il rischio è massimo… Una tecnica di abbordaggio da evitare: il pallone da volley o la pallina da
beach-ball che va a finire "per caso" sull'oggetto delle tue brame: rischi soprattutto di infastidirla e di allontanarla irrimediabilmente. E ovviamente evita le frasi scontate del tipo: "vieni spesso in questa spiaggia?", "fa caldo, no?" o altre espressioni da strapazzo!

Rispetta il territorio

Di fatto, sulla spiaggia, ciascuno si appropria la sua piccola fetta di territorio.
Avvicinarti direttamente a qualcuno per avviare la discussione può essere vissuto come un'aggressione. È essenziale preparare il terreno. Comincia col metterti non lontano dalla tua favorita e approfittane per lanciarle uno sguardo di tanto in tanto… negli occhi ovviamente. In seguito hai tre possibilità. O aspetti che il pesce abbocchi all'amo e ti venga incontro (il rischio è minimo come pure le possibilità di successo), o trovi un pretesto par alzarti e iniziare la conversazione (il rischio è elevato e le possibilità di successo dipendono decisamente dal tuo stile), oppure aspetti che lei (o lui) si tuffi in acqua, per dirigerti a tua volta verso le onde. Diventa allora più facile attaccare bottone: siete in territorio neutro
E per te non parti in vacanza, c'è di certo un comune non lontano da casa tua che organizza una spiaggia in città, come a Parigi. Ma sedurre in città, anche con la sabbia intorno, richiede una perseveranza maggiore… Louis Asana

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?