Home  
  
  
    Revenge Body: che cos'è?
Cerca

Amore
Separazione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Revenge Body: scolpirsi un corpo da sogno dopo la fine di un amore

È il nuovo fenomeno che fa parlare di sé sui social network. Piuttosto che scoraggiarsi dopo la fine di una relazione sentimentale, sempre più persone decidono di riprendere in mano la propria vita sviluppando una dipendenza verso l'attività fisica e dedicandosi al culto della loro immagine. Lo scopo di tutto questo? Ci si diverte, si libera la mente dai pensieri... scolpendo il corpo che si è sempre sognato. Interpretazione di questo fenomeno.

Revenge Body: che cos'è?
© Getty Images

Basta con le serate trascorse a deprimersi davanti alla TV o a uscire a bere con gli amici o le amiche fino a tarda ora. Dopo una separazione, non ci si limita più a prendere appuntamento dal parrucchiere per cambiare look: si cambia completamente il corpo. Eh, sì, la nuova risposta dopo la fine di un amore è scolpirsi un corpo mozzafiato. Questo fenomeno che sta spopolando sui social network ha anche un nome: #RevengeBody (letteralmente, corpo della vendetta).

Katie Holmes, Kate Hudson, Demi Moore... Le star hollywoodiane sono state le prime a iniziare questa pratica dopo la separazione dai rispettivi partner. Ultima in ordine cronologico: Khloe Kardashian, che ha sfoggiato il suo "Revenge Body" sulla copertina di Women's Health spiegando come lo sport l'abbia aiutata a superare questo momento difficile della sua vita. Da allora, questa nuova tendenza si è estesa a macchia d'olio e vanta oggi un sempre maggior numero di persone comuni che hanno creato una gigantesca community, soprattutto su Instagram. Queste donne gridano forte e chiaro la ritrovata fiducia in loro stesse pubblicando online degli stereotipi della loro nuova immagine. Sport a oltranza, selfie a go-go, per alcune di loro addirittura la chirurgia: non esistono limiti. Bisogna arrendersi a tutto questo?

Il valore terapeutico dello sport

La decisione di mettersi a fare sport è spesso la conseguenza di uno shock emotivo. In questo caso, la rottura sentimentale è la molla che innesca questa risposta. Correndo o andando in palestra si occupa il proprio tempo, si distolgono i pensieri e si dirige l'energia su qualcosa di positivo. La pratica sportiva agisce sulla sfera mentale stimolando la tenacia, il superamento dei propri limiti e sviluppando anche la resistenza fisica. Dopo una ferita come quella inferta da una separazione, si ritrova fiducia in se stessi dimostrando di cosa si è capaci per raggiungere gli obiettivi che ci si è prefissati. Oltre ai vantaggi estetici, lo sport produce un vero e proprio effetto terapeutico. Senza trascurare che lo sport contribuisce a liberare endorfine, molecole che procurano un senso di piacere.  

L'hashtag Revenge Body sui social network

Tuttavia, l'essenza di questa tendenza risiede proprio nei social network, in cui l'immagine gioca un ruolo importante. Il binomio dieta sana + corsa vanno alla grande, tanto che l'autostima si misura a colpi di "Mi piace". Non basta più sentirsi bene nei propri panni: è il momento di dimostrarlo. Si dimostra a tutti (e soprattutto al proprio ex) di stare bene. Anche la pubblicazione di stereotipi positivi fa parte del processo di recupero. Tanto più che la community di follower funge da catalizzatore, con il flusso di commenti incoraggianti. Ebbene sì, il fenomeno #RevengeBody ha scatenato una solidarietà pressoché comunitaria piuttosto che suscitare una qualche forma di invidia.

Sport: non cadere negli eccessi

Ciò nonostante, l'ossessione per l'immagine può diventare presto nociva. Confrontarsi con le modelle e le ragazze dal fisico atletico che spopolano sui social network può infatti causare disordini del comportamento alimentare o condurre persino a problemi di dismorfofobia (ovvero quando non si ha più la percezione corretta di sé). Quindi, per rafforzare la propria autostima e inseguire questo ideale di bellezza surreale, alcune si spingono addirittura oltre. Negli Stati Uniti, sono molte le persone che si fanno tentare dalla chirurgia estetica. L'approccio è sempre più comune ed è stato definito "break-up Botox" (il Botox della rottura). Senza arrivare fino a tanto, cedere al #RevengeBody ha i suoi limiti, in primo luogo fisiologici. Praticare uno sport a oltranza con un corpo reso debole a seguito di una perdita affettiva può causare stanchezza cronica.

Risolvere i problemi affettivi

Infine, a livello inconscio, si crede che diventando "più magre" o "più muscolose" o con "glutei più sodi" si tornerà a essere più affascinanti. In questo modo si farà arrabbiare il proprio ex, da cui il termine "Revenge" (vendetta, appunto). Ciò nonostante, scolpirsi una silhouette da sogno non ci aiuterà a risolvere i problemi affettivi ed emotivi che ci abitano. In altre parole, non si fa altro che distogliersi dal problema principale. Inoltre, concentrandosi sulla propria immagine, ci si dimentica di coltivare la propria sensibilità e sviluppare la propria personalità. E, in definitiva, è proprio su questi aspetti che si gioca davvero il futuro di una relazione sentimentale. Allora, perché non mettersi a dieta e dedicarsi allo sport per fare del bene a se stesse e per voltare pagina? Cercare invece di impressionare il proprio ex ed esagerare sui social network è una davvero una pessima idea.

Commenta
14/12/2015

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Sesso

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?