Home  
  
  
    Non avere più paura dell'amore
Cerca

Amore
Single
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Non avere più paura dell'amore

Ti è piaciuto fin dal primo sguardo, ma ti è impossibile muovere un solo passo verso di lui… Si è avvicinato per parlarti ma non sei riuscita a spiccicare parola… Come riuscire a trovare l'anima gemella quando la timidezza è più forte dell'amore?

Non avere più paura dell'amore
© Getty Images

Che si chiami timidezza, socio fobia o semplicemente paura degli altri, è sempre la stessa cosa: di fronte a chi potrebbe renderti la persona più felice, arrossisci, le mani ti sudano o tremano. Fai discorsi strampalati o inizi a balbettare. Vieni assalita da un malaugurato gonfiore intestinale, hai gli occhi stralunati…

Qualche appuntamento mancato!

Alcune persone timide si rifugiano nel silenzio. Altre, senza neppure preoccuparsi di disdire l'appuntamento non si presentano agli incontri fissati con la persona amata, arrivano eccessivamente in ritardo o si ammalano. A questo punto, la difficoltà di poter incontrare qualcuno che si ama e dal quale si vorrebbe essere amati pare insormontabile: la persona timida, infatti, preferisce immaginare una relazione piuttosto che viverla!

Gli innamorati sono sempre un po' impauriti

La ragione per cui una persona timida trema e arrossisce è perché teme di essere sottovaluta. È talmente preoccupata della sua immagine che finisce per trascurarla. Si considera una vittima, in primo luogo della sua timidezza, e si aspetta che sia l'altro ad avvicinarsi. È a dir poco affascinato dalla persona amata e subito pensa che il suo oggetto d'amore sia invulnerabile e inaccessibile. Ma si è fermato un istante a chiedersi cosa provasse l'altra persona in sua presenza? L'innamorato che arrossisce si sente ridicolo, dimenticando che in questo modo turba e addirittura paralizza il partner. Forse, anche il partner è intimidito: in amore è del tutto normale. Il rischio è che si finisca per mal interpretare uno sguardo strano, un comportamento freddo che si protrae nel tempo, ripetuti appuntamenti mancati e così via…

Dominare la paura per andare verso l'altro

Per guarire dalla timidezza, è anzitutto necessario imparare a conviverci fino al momento in cui la si supera. La persona timida deve comprendere le sensazioni che avverte: perché teme di essere rifiutata? Come potrebbe definire la natura dell'angoscia che prova?
In seguito, bisogna buttarsi nella fossa dei leoni. Non presentarsi a un appuntamento inventando poi una scusa per nulla credibile, non osare abbracciare la persona amata è come ingannare se stessi e prendersi gioco del partner. E se poi fosse anche l'altro ad avere paura anche se non lo dà a vedere?
L'ideale sarebbe esercitarsi a casa con un amico o addirittura simulare la situazione tanto temuta con un cugino per poi saper affrontare le situazioni reali. Ma serve anche dell'esercizio fisico. Proprio come una donna che si prepara al parto, è necessario lavorare sulla respirazione in modo che passi dalla gola al petto o alla pancia e controllare la voce perché non si spezzi più in presenza dell'essere amato. Lavorare sull'equilibrio e sull'agilità fisica, utilizzando ad esempio le tecniche dello yoga, può aiutare a non tremare e a non arrossire più.
In breve, la persona timida deve imparare a limitare le manifestazioni esterne attraverso cui esprime l'ansia sociale da cui è affetta. Riuscendo a vincere la paura dell'altro, la persona timida sarà in grado di liberare il suo corpo e poi anche la sua anima per trovare, alla fine, l'amore…


Marianne Chouchan

Commenta
04/04/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?