Home  
  
  
    L'ipnosi: un rimedio contro il mal di testa?
Cerca

L'ipnosi
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L'ipnosi: un rimedio contro il mal di testa?

Se pensi che l’ipnosi sia praticata solo ed esclusivamente dai maghi in televisione, ti sbagli! Dopo averne provato l’efficacia nella cura di numerose malattie, questa tecnica è arrivata anche in ospedale. Doctissimo fa il punto sul suo effetto nel trattamento del mal di testa.

L'ipnosi: un rimedio contro il mal di testa?
© Getty Images

Utilizzata dalla fine del 19°secolo, l’ipnosi è un aiuto terapeutico nella gestione di numerosi disturbi. La sua utilità è ormai riconosciuta dai medici. Alcune forme di mal di testa possono essere curate efficacemente con questa tecnica.

Un pò di storia…

Nel 18° secolo, il dottor Anton Mesmer utilizzava delle "tesserine magnetiche" per guarire le crisi isteriche e gli stati di trance di alcuni pazienti, immersi in vasche piene di vetri e di limature di ferro...
Qualche anno dopo, all’inizio del 19°secolo, l’abate Faria fu il primo a pronunciare il comando diretto: "Dormi !" per addormentare le persone che a lui si erano affidate. Queste tecniche, alla base dell’ipnosi moderna, all’epoca non furono apparentemente riconosciute, e l’abate morì imprigionato, ispirando poi un celebre personaggio di Alexandre Dumas : l’indimenticabile abate che, nel Conte di Montecristo, insegna la sua filosofia e rivela l’esistenza di un tesoro nascosto a Edmond Dantè, in prigione.
Il termine ipnosi deriva dalla parola greca Hypnos - che siginifica sonno – e venne utilizzata per la prima volta nel 1840 dal medico scozzese James Braid. Braid fu il primo a sperimentare il metodo d’induzione ipnotica, una tecnica che consisteva nel fissare intensamente gli oggetti. Charcot e Freud ripresero gli studi su questa affascinante disciplina, ma si scontrarono con uno scetticismo che perdurò fino ai lavori dello psichiatra Milton Erickson (1901 – 1980), il quale pose le basi dell’ipnosi terapeutica.

Le attuali tecniche di ipnosi terapeutica

L’ipnosi può essere esercitata da un medico o da uno psicologo. Il terapeuta induce uno stato modificato della coscienza (EMC), tra veglia e sonno, chiedendo al paziente di concentrarsi su un punto in particolare: un’immagine mentale, una sensazione, una storia o una fiaba (per i bambini), ecc. Il paziente si trova in una sorta di "trance", uno stato alle porte dell’incoscio che gli permette di indagare facilmente i propri ricordi e di analizzare delle sensazioni, in un ambiente che percepisce come sconnesso dal tempo e dalle sensazioni corporali. Il paziente rimane cosciente, non dorme. Non lo si può obbligare a fare qualcosa contro la sua volontà. Al contrario, l’ipnosi gli permette, guidato dal terapeuta, di accedere a certe risorse, che aveva nascosto in lui, utili per gestire problemi particolari, come il dolore causato dal mal di testa.

1 L'ipnosi: un rimedio contro il mal di testa? - continua ►

Commenta
28/06/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Psicologia

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?