Home  
  
  
    I simulatori dell’alba: come funzionano?
Cerca

La terapia della luce
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

I simulatori dell’alba: come funzionano?

Sconvolgere l’orologio biologico grazie ai vantaggi della luce, è quanto propongono i simulatori dell’alba. Ma come funzionano questi apparecchi di luminoterapia? Quali sono i suoi effetti immediati e a lungo terme? A chi si rivolgono? La risposta per risvegli naturali.

I simulatori dell’alba: come funzionano?
© Getty Images

Un simulatore dell’alba è un’applicazione di luminoterapia che consente di rimediare ai danni provocati da uno sregolamento del nostro orologio biologico, responsabile di una potenziale depressione, di uno stress o, ancora, di ansia.

La luce dell’alba: un messaggio per il cervello

Il simulatore dell’alba si presenta come una lampada da comodino che riproduce, artificialmente, il levarsi e il tramonto del sole. Programmato a un quarto d’ora, mezz’ora o un’ora prima dell’orario del risveglio previsto, inizia ad emettere una lieve luce arancione, identica a quella del sole quando si leva. La luce emessa attraverso le palpebre chiuse, ha un effetto sulla retina e arresta la produzione di melatonina, l’ormone, detto del sonno. Il cervello riceve dunque un messaggio, mediante la luce prodotta dal simulatore dell’alba, che lo informa che è arrivato il momento di iniziare a organizzare la transizione dal sonno alla fase attiva.

Un risveglio naturale con il simulatore dell’alba

Il primo interesse di un simulatore dell’alba è che aiuta a svegliarsi in modo "naturale" e non di maniera aggressiva con una sveglia.

Questa luce, all’inizio color arancio che in seguito si intensifica, invia molti messaggi al cervello, con effetti immediati. La luce permette, oltre alla riduzione di produzione di melatonina, di accelerare i nostri ritmi biologici, di aumentare la temperature del nostro corpo e incrementare la secrezione di cortisolo, un ormone anti-stress.

Il simulatore dell’alba sregola l’orologio biologico e lo sincronizza. Permette di iniziare le giornate, e dunque la vita, in modo privo di stress, poiché sveglia ogni mattina con dolcezza. A lungo termine, l’utilizzo di un simulatore dell’alba si inserisce in un trattamento terapeutico della depressione invernale, causata dal calo di luminosità dovuto all’arrivo dell’inverno.

Indicazioni e precauzioni dei simulatori dell’alba

Se il simulatore dell’alba può rivolgersi alle persone stressate, ansiose, che fanno fatica ad addormentarsi o che soffrono di depressione invernale, è anche raccomandato per le persone che hanno l’orologio biologico sregolato in ragione di uno scalo orario o di un cambiamento di stagione.

Non esistono controindicazioni particolari per esporsi alla luce di un simulatore dell’alba. Tuttavia, si raccomanda di accertarsi che l’apparecchio sia certificato "CE Materiale Medico". Questa è una garanzia della sua fabbricazione in conformità degli attuali regolamenti, della qualità del suo schermo protettore e della non-emissione di UV dalle sue ampolle.

Capucine Junguenet

Commenta
16/10/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?