Home  
  
  
    La luce e l'orologio biologico
Cerca

La terapia della luce
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il ruolo della luce nell'orologio biologico

Abbiamo tutti un "orologio biologico" interno. Il suo ritmo è influenzato da numerosi fattori, il più importante dei quali è la luce. Ma come funziona questo pendolo? In che modo è influenzato dalla luminosità ambientale?

La luce e l'orologio biologico
© Getty Images

Come quasi tutti gli animali terrestri, viviamo secondo un ritmo. Questo significa che certi fenomeni biologici, come l’alternanza veglia/sonno, si ripetono a intervalli regolari nel tempo. Questo ritmo, il cui periodo è di circa 24 ore, si chiama "circadiano". Definito geneticamente, il ritmo circadiano è sincronizzato dai vari fattori del nostro ambiente, il più importante dei quali è la luce.

Influenza della luce sul nostro organismo

Arrivando direttamente sulla retina dell’occhio, la luce imprime si crea un accesso diretto all’ipotalamo, dove si trova l’orologio biologico. Quest’ultimo è collegato a numerosi altri orologi situati in diversi tessuti periferici e coordina la loro attività. Così, agendo sul nostro organismo mediante l’ipotalamo, la riduzione, l’assenza o l’insorgenza di luce ha un’influenza sui diversi fenomeni quali la sintesi di enzimi e ormoni, il nostro ritmo di veglia e sonno, la nostra temperatura centrale o ancora la nostra produzione di urina (per non dover alzarsi di notte per andare al bagno …). Così, la nostra esposizione alla luce ci fa produrre serotonina, che è un neurotrasmettitore energetico. Questo ha dunque per conseguenza l’interruzione dei fenomeni legati al ciclo del sonno-veglia. .

Quando il jet-lag stravolge l’orologio biologico

La luce aiuta il nostro organismo ad essere in sincronia con l’ora della giornata. Quando viaggiamo, soprattutto in paesi lontani, il fuso orario cambia e il nostro orologio biologico ne viene stravolto. Così, compaiono disturbi del ritmo circadiano ed insorgono sintomi fisici e psicologici.

I più correnti sono la fatica, i problemi del sonno, i disturbi dell’umore, un calo delle facoltà cognitive o ancora le malattie gastro-intestinali.

La luce e il ritmo delle stagioni

La luce aiuta anche il nostro organismo ad essere in armonia con le stagioni. Così, il passaggio all'inverno disturba il nostro ritmo biologico perché il livello di luminosità, durante questa stagione, è ben inferiore al livello necessario per mantenere il nostro equilibrio biologico. Questo può tradursi, presso certe persone, in un cambiamento d'umore e condurre a ciò che si chiama depressione stagionale.

La luminoterapia per regolare l’orologio biologico

Quando la luce è presente o assente in orari anomali, questo comporta la produzione di ormoni inadatti a ore sbagliate e, di conseguenza, stravolge l’orologio biologico.
La luminoterapia consiste nell’esporsi ad una fonte di luce specifica, simile alla luce naturale, direttamente al livello degli occhi. L’effetto è quello di regolare di nuovo l’orologio biologico su una fase normale, consentendo la ripresa della produzione degli ormoni adeguati al momento giusto. Una piccola cura di luce per ristabilire l’ora esatta del pendolo, per così dire...

Capucine Junguenet

Commenta
16/10/2012
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?