Home  
  
  
    Racconti di terapia sessuale
Cerca

Terapia sessuale
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Racconti di terapia sessuale

Femminili o maschili, la maggior parte delle disfunzioni sessuali presenta una componente psicologica, che viene a sommarsi al problema fisiologico. Quindi, il trattamento di una difficoltà non deve trascurare alcun aspetto. Claire Gellman, sessuologa e psicanalista, ci spiega in cosa consiste l'attività del sessuologo.

Racconti di terapia sessuale
© Jupiter

Ti proponiamo qui di seguito due storie che ti permetteranno di capire meglio come si svolge una terapia sessuale.

L'eiaculazione precoce di Enrico

Patrizia ed Enrico sono in terapia insieme. La loro relazione di coppia è recente. Molto innamorati, hanno deciso di non perdere tempo, hanno scelto di iniziare una terapia di coppia e sono particolarmente motivati. Patrizia è una giovane donna rassicurante, che non svaluta per nulla il suo compagno, nonostante abbiano un problema di tipo sessuale. All'inizio della cura, viene proposta loro un'astinenza sessuale ed entrambi partecipano attivamente alle discussioni con il terapeuta. L'eiaculazione precoce di Enrico è legata a una forte ansia, a un'angoscia da prestazione. Per aiutarlo a sdrammatizzare, il terapeuta pone l'accento non sull'aspetto della prestazione o sulla riuscita del rapporto sessuale, ma semplicemente sulle sensazioni e sul piacere che Enrico prova durante il rapporto. Gli consiglia di chiudere gli occhi, di lasciarsi andare senza pensare al suo attributo, ma solo alle sensazioni che prova. Parallelamente alla terapia, Enrico gode anche dei vantaggi delle sedute di rilassamento in cui impara a distendersi. In seguito, vengono proposte alla coppia alcune tecniche pratiche. Quando Enrico sente aumentare il livello di eccitazione deve comunicarlo a Patrizia in modo che lei stringa la base del pene con le dita. Successivamente, la coppia dovrà allenarsi a praticare un numero ridotto di chiusure durante i rapporti sessuali classici. Alla coppia viene anche suggerita la tecnica dello "Stop and go" (rallentamento del movimento di andirivieni finalizzato a modulare l'eccitazione sessuale). In una ventina di sedute totali (nell'arco di alcuni mesi), Enrico impara a gestire sempre meglio la sua eiaculazione e capisce che non deve badare alla prestazione quanto piuttosto, e soprattutto, al piacere, all'aspetto relazionale.

Il vaginismo di Sofia

Quando Sofia e Lorenzo decidono di iniziare una terapia di coppia sono sposati da alcuni anni. Non riescono ad avere bambini e questo per una ragione: Sofia non riesce a farsi penetrare dal pene del marito perché soffre di vaginismo. Tranne che per questo problema, il loro amore è autentico e la loro vita sessuale piuttosto ricca. Con loro viene messo in atto un programma di carezze. Anzitutto, la coppia deve (ovviamente nell'intimità) eseguire carezze fisiche e non sessuali, con la mano e poi con prodotti
come, ad esempio olio, borotalco…; poi carezze sessuali (che non rappresentano per loro un problema); alla fine carezze sesso contro sesso: là il blocco è evidente e la realizzazione impossibile.

Poco alla volta, il terapeuta dovrà aiutare Sofia a prendere contatto con la sua vagina.
A tale scopo, i colloqui psicanalitici la aiuteranno a risalire alla sua infanzia per ritrovarvi l'origine della sua fobia, in questo caso un grave problema di incesto. Il percorso psicologico, associato alla ginnastica di Kegel, e le sedute di rilassamento permettono a Sofia di fare progressi e di iniziare lentamente ad accettare la sua vagina.
Ma ecco sopraggiungere un altro problema quando si scopre che suo marito Lorenzo soffre di impotenza, disturbo che non poteva essere noto in precedenza proprio per il vaginismo di cui è affetta la moglie… Si tratta, in questo caso, di una doppia patologia e il trattamento della coppia dovrà protrarsi per diversi anni. Nella pratica, è abbastanza frequente dover trattare entrambi i partner. Sia perché (forse inconsciamente) si sono scelti in funzione dei loro problemi, come nel caso di Sofia e di suo marito, sia perché il disturbo di uno dei partner finisce per causare un problema anche nell'altro: una donna che non prova piacere e un uomo che ha disfunzioni erettili o che soffre, ad esempio, di eiaculazione precoce.

In qualsiasi terapia sessuale rientrano la sfera verbale, fisica, immaginaria e relazionale. Nella pratica clinica, esistono tanti casi quanti sono i pazienti; le origini dei disturbi richiedono sempre un coinvolgimento autentico dei due partner e una multidisciplinarietà che permetta a ciascuno di adattarsi.
Isabelle Delaleu

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?