Home  
  
  
    Medicare le ferite di famiglia
Cerca

Terapie familiari
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Medicare le ferite di famiglia

Talvolta la famiglia è all'origine dei nostri traumi. Occorre, quindi, imparare a convivere con questo passato che inquina la vita dell'adulto. Come sopravvivere a madri distruttrici e a dittature familiari? Frédérique Gruyer, psicoterapeuta, riceve pazienti che cercano di guarire queste ferite e che tentano di non ripetere gli errori commessi dai loro genitori.

Medicare le ferite di famiglia
© Jupiter

Doctissimo: Lei cita l'influenza della famiglia in termini di condizionamenti, in particolar modo, quelli negativi. Può farci alcuni esempi?

Frédérique Gruyer: Tutti noi veniamo modellati dai condizionamenti legati al nostro ambiente familiare, responsabili di definire alcuni tratti del nostro carattere. Tali condizionamenti possono essere positivi. Se, ad esempio, si vive in una famiglia di buongustai in cui si mangiano solo cibi prelibati, è probabile che si diventerà con il passare del tempo persone esigenti in termini culinari. Ma esistono diversi condizionamenti negativi. Ad esempio, una delle mie pazienti ha una madre che non ha mai smesso di ripeterle che era una buona a nulla. La conseguenza di questo condizionamento, è che oggi questa persona non sa cosa vuole fare nella vita, è completamente annullata di fronte agli altri e si svaluta.

Doctissimo: Chi sono queste madri che lei definisce "distruttrici"?

Frédérique Gruyer: Si tratta spesso di madri depresse, che sanno solo lamentarsi e che riproducono le stesse esperienze che hanno già vissuto in prima persona. Questo atteggiamento segnerà il carattere del bambino. Man mano che si procede con la consulenza psicologica, si giunge a redigere un elenco delle frasi patologiche che le madri pronunciano in modo ripetitivo: "non combinerai mai nulla", "ma ti accorgi di che testa hai?", "nessun uomo ti vorrà", "la vita è una valle di lacrime...". Nella maggior parte dei casi, esistono gravi carenze affettive nella relazione madre-figlia.

Doctissimo: Alcune famiglie sono all'origine di veri e propri traumi?

Frédérique Gruyer: Certamente. I traumi che si originano all'interno di alcune famiglie possono essere svariati. Quando si dice che l'infanzia non trascorre senza traumi, è un'affermazione piuttosto vera. Nelle cosiddette famiglie "dittatoriali", i figli sono vittime di trascuratezza, di maltrattamenti fisici o sessuali. Tuttavia, anche i maltrattamenti psicologici possono essere molto pesanti. Più questi traumi si producono precocemente, più sono difficili da gestire. Anche il ruolo del capofamiglia è importante: più è vicino al bambino, più i danni sono ingenti. I miei pazienti provengono spesso da famiglie in cui l'abuso di potere e le manipolazioni costituiscono la regola…

Doctissimo: Le persone richiedono facilmente una consulenza psicologica per questo tipo di problema?

Frédérique Gruyer: No, perché molte persone tendono a minimizzare quanto accade all'interno della loro famiglia e ciò che hanno conosciuto da bambini, nascondendo ciò che sentono per proteggersi. Si tratta di un meccanismo di difesa molto ricorrente. Un altro meccanismo di difesa è identificarsi con il proprio aggressore. Percependo la realtà solo attraverso i suoi occhi, la vittima vede passare la sua volontà e il suo dolore al secondo piano, dietro il solo desiderio del carnefice. In seguito, questi bambini possono mostrare una tendenza a riprodurre gli avvenimenti che li hanno traumatizzati.

1 Medicare le ferite di famiglia - continua ►

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?