Home  
  
  
    Amati per quello che sei
Cerca

Belli dentro e fuori
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Impara ad amarti per quello che sei

Non assomigli per niente alle nuove icone di stile che popolano le riviste? Nel tuo ufficio non sei l'impiegata del mese? Poco male! Impara ad amarti per quello che sei. Scopri i consigli di Doctissimo per innamorarti di nuovo di te stessa.

Amati per quello che sei
© Getty Images

Oggi è difficile realizzarsi e avere fiducia in se stessi: tendiamo spesso a sminuirci, quando a farlo non è il nostro stesso ambiente! Amarsi è quindi uno dei passi fondamentali per cambiare noi stessi, ritrovare l'autostima, aprirsi agli altri ed essere felici. 

Scaccia il tuo avversario interiore

Come sottolinea Martine Teillac nel suo libro S'aimer pour aimer les autres (Amarsi per amare gli altri), è importante eliminare certi errori che ci rendono fragili e minano la fiducia in noi stessi:

  • Basta con le paranoie: non è vero che il tuo vicino ti ha guardato storto o che i tuoi colleghi sparlano alle tue spalle… tutte queste piccole paure irrazionali ti impediscono di dare il meglio di te e di concentrarti su ciò che conta veramente. Il tuo problema è che proietti sugli altri la tua mancanza di fiducia in te stesso.
  • Smetti di drammatizzare: tendi a ingigantire ogni sbaglio o parola di troppo? Tutto sembra concorrere a negare il tuo valore e a metterti in condizione di fallire. Devi smetterla di fare la vittima e uscire dal circolo vizioso in cui ti dibatti
  • Smettila di paragonarti agli altri: spesso il fatto di guardare le qualità del tuo vicino ti impedisce di riconoscere il tuo valore: cerca invece di aguzzare il tuo senso critico e scoprirai che gli altri non sono perfetti come sembrano…

Metti sulla bilancia pregi e difetti

Il problema della mancanza di fiducia in se stessi è che essa esaspera i difetti e maschera le reali qualità. È dunque essenziale imparare a ridimensionare i primi e a riconoscere le seconde. Nel suo libro S'ouvrir à son coeur d'enfant (Riscopri il bambino che è in te), Marie France e Emmanuel Ballet de Coquereaumont propongono un semplice esercizio per individuare le proprie qualità:

1- Scegli un posto tranquillo, senza il telefono, con un foglio e una matita;

2- Respira con calma e profondamente;

3- Quando sei pronta/o, annota 20 delle tue qualità in meno di tre minuti;

4- Una volta trascorso il tempo, qualunque sia il risultato, poniti alcune domande: hai avuto difficoltà? Cosa hai provato di fronte alla lista? Riconoscere l'esistenza di queste qualità ti mette a disagio? Sei convinto di possederle veramente?

Ricomincia da capo l'esercizio finché non sei convinta/o di possedere le qualità che hai annotato. 

Non tradire i tuoi valori

Per essere se stessi è importante imparare a conoscere e non tradire i propri valori ed evitare quindi di imporsi delle regole di comportamento in contraddizione con essi. Ad esempio, se sei profondamente altruista, ti sentirai di certo più realizzata/o lavorando nella sfera del sociale piuttosto che nel settore commerciale, dove saresti costretta/o a lottare ogni giorno contro gli altri e contro te stessa/o. Ricorda che si può cambiare il proprio modo di vivere per qualche mese e qualche anno, ma è difficile riuscire a negare all'infinito la propria vera natura. Cerca allora di capire quali sono i tuoi valori più radicati, che non devono essere negoziabili: è questa la base da cui partire per compiere le proprie scelte di vita. 

Non restare ancorata/o al passato

Spesso il nostro vissuto familiare può limitare molto la fiducia in noi stessi. Hai l'impressione che i tuoi genitori non ti abbiano sostenuto abbastanza quando eri bambino o che ti abbiano addirittura frenato? In primo luogo devi convincerti che ognuno cerca di esercitare il proprio ruolo meglio che può: se non hanno fatto molto per accrescere la fiducia in te stessa/o, potrebbero anche essere stati spinti da un desiderio di compensazione e voler riuscire attraverso di te dove hanno fallito. Oppure c'è il caso dei genitori iperprotettivi e soffocanti, con i quali è necessario tagliare il cordone ombelicale. In parole povere, ogni situazione è diversa dalle altre. La cosa fondamentale per acquisire più fiducia in te stessa/o è capire i legami che ti uniscono alla tua famiglia di origine per esserne consapevole senza subirli. Occorre identificare i rapporti parentali e imparare a relazionarvisi decidendo cosa mantenere e cosa gettare via.

Ricorda infine che non si impara ad amarsi da un giorno all'altro: occorre procedere a piccoli passi per migliorarsi e costruire la propria personalità.

Alain Sousa

Commenta
29/03/2012
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?