Home  
  
  
    Vieni a capo della tua aggressività
Cerca

Calma
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Vieni a capo della tua aggressività

Sei un tipo nervoso? Brandisci il pugno davanti all'incosciente che ti ha tagliato la strada, scalpiti quando fai la coda al supermercato, copri d'insulti il vigile che ti ha preso la multa, dici il fatto suo alla collega che ti toglie la parola per rispondere al capo prima di te? Ora basta!

Vieni a capo della tua aggressività
© Jupiter

Se le occasioni di scaldarti dentro non ti mancano, una lite, o una scarica d'insulti non ti risollevano affatto, diversamente da quel che credi. Al contrario, tale comportamento alla lunga ti sminuisce, oltre a farti sprecare inutilmente la tua energia, e a farti salire l'adrenalina. Mentre il fatto di riuscire a "controllare la tua aggressività, come ogni vittoria ottenuta con difficoltà, aumenterà la tua fierezza e conforterà la tua autostima", spiega il Dottor Christian Zaczyk.
Hai tutto da guadagnare, tanto più che a lungo termine l'aggressività ha spesso conseguenze spiacevoli, che si tratti di amicizia, di lavoro o d'amore, al punto da poter provocare l'esclusione da parte degli altri. Gli sbraitoni non sono molto apprezzati.

I cattivi riflessi da eliminare.

Difendersi attaccando: È la tecnica dell'aggredito- aggressore! Impara a gestire i tuoi conflitti in un altro modo, puntando piuttosto sul dialogo per ridimensionarli.
Un'attitudine che ti obbliga, non tanto a lasciarti prendere dalla rabbia, ma ad ascoltare il "rompiscatole" che ti sta davanti. Prova a comprendere il suo comportamento o le sue rivendicazioni, anche se ti senti inorridito. Approfittane per ridare agli avvenimenti la giusta dimensione: se un tale che ti ha urtato o ti ha soffiato il parcheggio, non è un po" esagerato insultarlo in questo modo? Non devi abbozzare, ma imparare a esprimere le tue emozioni chiaramente e senza innervosirti. Non dimenticare che se puoi biasimare il comportamento dell'altro, devi rispettare l'individuo, senza svalutarlo.

Alzare la voce: Usa la tecnica chiamata del "sottovoce". Di fronte alle urla (le tue o quelle del tuo interlocutore), rallenta il ritmo e il volume della tua voce: il tuo interlocutore farà altrettanto senza neanche accorgersene. A basso volume, la tua lite si risolverà più facilmente!
Lasciarsi sopraffare dalla propria energia: i fattori scatenanti dell'aggressività sono generalmente lo stress, l'insoddisfazione, la frustrazione, le preoccupazioni personali… Nella vita quotidiana ciascuno vi è confrontato, nel duplice ruolo di aggressore e di aggredito. E a forza di incassate i colpi, il rischio è di montare su tutte
le furie per un nonnulla, perché una goccia ha fatto traboccare il vaso. Per gestire meglio il tuo stress e canalizzare la tua energia, pratica un'arte marziale come il Karatè, che associa lo sforzo di autocontrollo e di conoscenza di sé al rispetto degli altri. Ideale per calmare gli eccitati "cronici". Anche uno sport "da sfogo" (corsa, squash, nuoto, bici…) può rivelarsi benefico per scaricare la tensione nervosa.
Isabelle Delaleu

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?