Home  
  
  
    Smettila di rovinarti la vita!
Cerca

Emozioni
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Smettila di rovinarti la vita!

"Non valgo niente", "a nessuno frega nulla di me", "è sempre colpa mia"… Spesso e volentieri ci chiudiamo in certi schemi mentali, finendo per ripetere instancabilmente gli stessi errori. Ma è possibile uscirne, afferma la Dott.essa Stéphanie Hahusseau, psichiatra e autore di "Comment ne pas se gâcher la vie"(Come non rovinarsi la vita. n.d.t.). Doctissimo ti riporta i suoi insegnamenti.

Smettila di rovinarti la vita!
© Getty Images

Doctissimo:

Nel suo libro, identifica molti schemi capaci di rovinare la vita (colpevolezza, carenza affettiva, mancanza di riconoscenza, ecc.). Come ha trovato questi schemi?

Dott.essa Hahusseau:

A partire dai lavori di Jeffrey Young e dalla mia esperienza clinica. Infatti, sono sentimenti di grande dolore che molto spesso fanno soffrire i pazienti che incontro. Lo schema dell’abbandono (carenza affettiva) è estremamente frequente. Tra i miei pazienti ci sono prevalentemente donne (75%) ma il fatto ch’io sia una donna è probabilmente un espediente; l’età varia tra i 25 e i 55 anni e rappresenta un fattore che aiuta. Infatti, crescendo, le persone vivono esperienze di ripetizione e arrivano a prendere coscienza del fatto che non sono solo le circostanze esteriori a generare il loro malessere. Quanto alle categorie professionali, sono presenti un pò tutte.
Ad onor del vero, va sottolineato che su questi schemi ci sono ancora pochi, o addirittura  inesistenti, studi. D’altra parte si tratta di un progetto sul quale io e un mio collega stiamo ancora lavorando.

Doctissimo:

Ci può dare qualche esempio pratico della maniera in cui questi schemi possono realmente rovinare la vita di qualcuno?

Dott.essa Hahusseau:

Le conseguenze possono essere di tipo professionale (assenza per malattia, passività, violenza), amoroso (insoddisfazione sia da single che in coppia, scelta di compagni «tossici»…), familiare (tentativo di guarire le proprie ferite proiettandole sui figli o ripetizione diretta di ciò che ci ha fatto soffrire da più giovani) e amichevole (pochi o nessun amico, amici "che ci sfruttano", amici che ci fanno soffrire)…

Doctissimo:

Nel suo libro, sottolinea l’importanza dei genitori nella realizzazione pratica di questi schemi. Si originano sempre nell’infanzia?

Dott.essa Hahusseau:

Come dico spesso, l’educazione non è la sola responsabile. Si è geneticamente predisposti a sviluppare uno di questi schemi, ma gravi eventi esterni possono giocare un ruolo importante o ad esempio il posto occupato in famiglia, tra fratelli… E’ comunque vero, bisogna ammetterlo, che lo schema sembra costituirsi nei primi dieci anni di vita, ovvero durante l’infanzia.

1 Smettila di rovinarti la vita! - continua ►

Commenta
01/07/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Psicologia

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?