Home  
  
  
    I propositi per l'anno nuovo
Cerca

Felicità
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Buoni propositi per l'anno nuovo

Nonostante l’inesattezza delle predizioni Maya, nulla ti impedisce di intraprendere La Via dei Quattro Accordi. Questo approccio, giunto dal Messico, viene professato dal maestro di saggezza, Don Miguel Ruiz. Il suo messaggio è molto semplice: "Viviamo seguendo un certo numero di credenze che ci limitano, creando sofferenze inutili, e che ci impediscono di realizzarci". Miguel Ruiz ci mostra 4 punti che permettono di liberarci dai nostri condizionamenti e di iniziare l’anno nuovo con il piede giusto.

I propositi per l'anno nuovo
© Getty Images

La vita è bella, vero? Allora oggi, più che mai, affidiamoci alla nostra buona stella e decidiamo di essere felici, questa volta seguendo i dettami Toltechi. Tanto più che quest’anno sono i Maya a dare il là. Ma perché la nuova era sia fortunata non si può improvvisare: bisogna scovare ciò che ci blocca e puntare su valori sicuri. Secondo Don Miguel Ruiz, autore del best seller mondiale La Via dei Quattro Accordi, “noi potremmo stipulare nuovi accordi che ci permetterebbero di superare le nostre credenze limitative”. Un po’ come firmare un contratto con se stessi.

A suo giudizio, il nostro modello di vita è condizionato dalla nostra educazione, dal nostro modello culturale (che determina ciò che è bene e ciò che è male, ciò che è bello e ciò che è brutto) e dalle aspettative di chi ci circonda (essere gentili, affabili, mai arrabbiati…). Così, noi interpretiamo e giudichiamo continuamente la realtà come se la guardassimo da uno schermo appannato attraverso cui tutto appare sfocato. Da qui derivano tutte le difficoltà con cui dobbiamo sempre fare i conti. Pertanto, gli accordi più importanti da suggellare sono quelli con noi stessi, quelli che tengono conto della nostra verità interiore, quelli in linea con la nostra vera natura. Tutti sono in grado di farlo, ci vuole solo un po’ di tempo!

1. Le tue parole sono importanti

Evita di elogiarti e di sparlare degli altri. Gli accordi toltechi hanno come fondamento il principio che la parola è creatrice. In altri termini, attraverso la parola esercitiamo un’influenza diretta su ciò che ci circonda. Le semplici frasi simpatiche o al contrario le frasi “tossiche” che utilizziamo possono facilmente valorizzare o sminuire la persona a cui ci rivolgiamo. Secondo Miguel Ruiz “lo spirito dell’uomo è paragonabile a una terra fertile nella quale vengono continuamente coltivati nuovi semi: opinioni, idee, concetti… Tu pianti un seme, un pensiero e questo cresce. La parola è un seme”.

Il tuo nuovo buon proposito: "Morditi la lingua prima di parlare”, come dicevano già le nostre nonne. Adotta i principi del pensare positivo ed evita di insultare chicchessia, compreso te stesso. Appendi al chiodo pettegolezzi e lingua biforcuta, critiche e giudizi sul tuo ex, su tua madre, sul tuo capo… Avrai sicuramente argomenti di conversazione più felici, in vero spirito tolteco!

2. Qualunque cosa accada, non farne una questione personale

Non sei responsabile delle azioni altrui. Ciò che gli altri dicono e fanno è una proiezione della loro realtà! Gli accordi toltechi fanno notare che molto spesso ci avveleniamo l'esistenza adottando le credenze e le proiezioni degli altri. “Una promozione? Scordatelo, troppo stress!”, ti liquida una collega di lavoro. Magari poi ti senti offesa e le tue prime reazioni saranno la difesa o l'attacco, ovvero un comportamento aggressivo. Secondo Don Miguel Ruiz “spesso ingigantiamo tutto… perché per avere ragione, l'altro deve assolutamente avere torto!"

Il tuo nuovo buon proposito: Prima di pretendere il rispetto dagli altri, ricordati che il tuo punto di vista è personale. Fidati di te stesso: è solo la tua verità a dover prevalere, non quella di un altro. La chiave per non essere più feriti dai commenti e dalle azioni negative degli altri è prendere coscienza che questi comportamenti non appartengono a te ma a loro! Solo così potrai eliminare diverse abitudini dannose e interrompere il ciclo della colpevolezza.

3. Non fare più supposizioni

Tendiamo a fare supposizioni su tutto e ad attribuire agli altri intenzioni spesso errate. Il problema è che crediamo siano vere. Gli accordi toltechi sottolineano quanto spesso tendiamo a fare supposizioni sulle motivazioni che spingono gli altri ad agire. Secondo Don Miguel Ruiz “spesso interpretiamo queste motivazioni nel modo sbagliato e finiamo per fare tanto rumore per nulla". Scopriamo solo più tardi che le cose non stavano affatto come le avevamo pensate. È sufficiente che il nostro partner o un collega si comporti in un modo che noi interpretiamo negativamente per entrare nella spirale dei rimproveri. Fare supposizioni su una situazione è quindi il modo più sicuro per crearsi problemi.

Il tuo nuovo buon proposito: Comunica con gli altri nel modo più chiaro possibile per evitare fraintendimenti e drammi. Se non capisci, chiedi! Abbi il coraggio di chiedere e di esprimere ciò che pensi finché tutto non ti sia il più chiaro possibile. A questo punto, accetta che l’altro ti risponda sì o no. È un rischio che devi correre! Don Miguel Ruiz è incoraggiante: “Passare alla pratica giorno dopo giorno rafforza la tua volontà e stabilisce fondamenti solidi sui quali sviluppare una nuova abitudine”.

4. Fai sempre del tuo meglio

Qualunque siano le circostanze, fai sempre del tuo meglio ed eviterai sensi di colpa, frustrazione e rimorsi. Gli accordi toltechi ci ricordano che la vita è in continuo mutamento: “fare del tuo meglio cambia a seconda se ti senti in forma e felice, oppure irritato, in collera o geloso". Se ti accanisci a voler fare sempre più del tuo meglio, consumerai più energie del necessario e alla fine sarai sempre insoddisfatto. Ma è vero anche il contrario. La chiave è fare semplicemente del tuo meglio!

Il tuo nuovo buon proposito: Per fare del proprio meglio è sufficiente agire perché lo si desidera e non per la gratificazione che ne deriva”, precisa Don Miguel Ruiz, con un grande sorriso. È quindi necessario mettere al primo posto il concetto di piacere in tutto ciò che facciamo: dal lavarci i denti alla preparazione dei cibi, senza trascurare le riunioni di lavoro del lunedì mattina. Nel momento in cui apprezzi ciò che fai, sei meno legato al risultato e puoi anche ottenere più di quanto hai immaginato. Don Miguel è fiducioso: “Se fai continuamente del tuo meglio, godrai appieno della vita e sarai meno frustrato!"

Catherine Maillard

Commenta
21/01/2013
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?