Home  
  
  
    Sopravvivere ad una vacanza tra amici
Cerca

Amicizia
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Vacanze tra amici: come sopravvivere?

Chi trova un amico, trova un tesoro! Anche in vacanza. Tuttavia, per trascorrere giorni felici in vacanza circondati dagli amici “più cari”, nulla deve essere lasciato al caso! Se vuoi tornare con il cuore pieno di ricordi e con i rapporti di amicizia che vanno ancora a gonfie vele, è necessario stabilire alcune regole!

“E se andassimo in Grecia insieme quest’estate?”, aveva proposto Marianna alla fine di una cena, all’inizio di aprile. Una frase all’apparenza innocua che invece può aprire la porta a vacanze da sogno, oppure… da incubo. “La riuscita di un simile progetto non è legato tanto alla profondità del legame affettivo che vi unisce, quanto a una certa elasticità di carattere degli uni e degli altri”, avverte Patricia Delahaie. Prendere una casa in affitto per 6 o 7 persone non è certo qualcosa che si fa controvoglia, ma “attenzione a non dire sì troppo velocemente”, aggiunge la sociologa. Anche affidarsi al caso è sconsigliato. Se non si vuole correre il rischio di farsi a pezzi e si vuole invece tornare con ricordi felici in comune e i rapporti ancora intatti, alcuni chiarimenti sono necessari. Perché “chi trova un amico, trova un tesoro!”.

Vacanze con gli amici: sì all'autonomia

All’inizio si è tentati di lasciar fare al caso affinché il gruppo trovi il suo ritmo. Ma ci sarà sempre una personalità “dominante” che non mancherà di mettere pressione... sulle ore in cui prendere l’aperitivo, su quando fare la spesa e su quando andare in spiaggia.

“Al centro delle questioni vi è l’organizzazione dell’indipendenza di ognuno”, afferma Patricia Delahaie. Lo scopo è evitare di vivere in fusione con il gruppo (cosa raramente auspicabile) o, al contrario, di sentirsi rifiutati quando si ha voglia di prenderne le distanze. Ecco perché conviene fissare uno schema, che resti però elastico, in cui ognuno, pur rispettandolo, può sentirsi libero. La soluzione: trovare un giusto equilibrio tra i propri bisogni e quelli del gruppo.

Gestire il denaro nella vacanze tra amici

È preferibile essere franchi per quanto riguarda le finanze, altrimenti sia la spesa che le uscite diventeranno motivo di conflitto. Non esistono ricette miracolose. La nostra esperta “in relazioni” consiglia di “tenere una cassa comune per le spese della piccola comunità, in modo da evitare che si arrivi a certe derive”.

Naturalmente ci sono quelli che, avendo sgobbato per tutto l’anno, in vacanza hanno un comportamento da “cicala”. Altri sono più parsimoniosi, altri ancora non hanno le stesse possibilità... La cosa più semplice è parlarne apertamente e armonizzare il budget in funzione di ognuno.

Amici e vacanze: più elasticità con i bambini

Le vacanze tra più famiglie offrono sempre l’occasione per verificare in che modo ogni famiglia intende l’educazione dei figli. Se non si dà prova di elasticità, divergenze sulle regole alimentari, sull’ora in cui bisogna andare a letto, o su alcuni comportamenti a tavola, possono facilmente diventare motivo di discussioni. Per non ritrovarsi al rientro con ulteriori difficoltà da gestire, la cosa fondamentale è “inquadrare” la parentesi estiva. “Specifica ai bambini che, eccezionalmente, sarai più tollerante sulla nutella, sulle bibite zuccherate e sui giochi fino a tarda sera”, raccomanda Patricia Delahaie. Una volta rientrati a casa, torneranno in vigore le regole di sempre. È l’occasione per allentare “temporaneamente” la sorveglianza, senza però mettere in discussione la tua autorità.

Vacanze: concediti dei momenti privilegiati (e senza amici)

Le vacanze sono il momento in cui un po’ tutti reclamano la loro fetta di torta. Un marito vorrà le attenzioni della moglie, i bambini quelle dei genitori, e un’amica… quelle della sua amica... Del resto è una delle ragioni per cui si trova là. Fatto sta che accontentare tutti sin dall’inizio è quasi impossibile... A meno che non ti impegni per trovare momenti privilegiati con ciascuno di loro durante la vacanza. “Anche se questo può sembrarti troppo programmato, è il modo migliore per non offender nessuno”, sostiene la sociologa. Un riposino con il tuo lui, un bagno in piscina con i bambini e un aperitivo in città dopo la spesa con la tua amica Giuliana. 

Diminuisci le esigenze relazionali in vacanza

Che sia chiaro, la convivenza non è certo semplice! “Bisogna fare uno sforzo di adattamento, più o meno grande a seconda della personalità di ognuno”, insiste Patricia Delahaie. È necessario diminuire le proprie esigenze relazionali e privilegiare il lato piacevole. Anche se trascorrere dei bei momenti insieme resta la priorità, la possibilità di andare d’accordo e rispettare le differenze di ognuno, senza strapparsi i capelli, diventa così più accessibile. Tanto più che trascorrere del tempo insieme agli altri può essere molto divertente. È anche un modo per conoscere meglio le persone che amiamo, e per mettere da parte le nostre abitudini.

Catherine Maillard

Commenta
04/08/2015
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?