Home  
  
  
    L'avarizia patologica
Cerca

Personalità
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Che cos'è l'avarizia patologica?

Avaro, spilorcio, taccagno… Da dove viene questo attaccamento eccessivo al denaro? Si tratta di egoismo? L'angoscia di non disporre del necessario in futuro? Un bisogno di rassicurazione materiale? Perché alcune persone danno prova di grande generosità, mentre altre vanno in panico all'idea di metter mano al portafoglio?

L'avarizia patologica
© Getty Images

Ne L'Avaro di Molière, Arpagone ne è il ritratto perfetto. Attaccato ai soldi, accumula meticolosamente tutto ciò che guadagna, molto cauto nello spendere, timoroso di incappare nel minimo eccesso, e soprattutto devoto alla sua "cassetta" con il denaro, Arpagone è molto più di un economo!

Amore per i soldi?

Nella vita di tutti i giorni, questo personaggio di Molière ti ricorda sicuramente qualcuno che conosci, ad esempio una persona che puntualmente non trova il portafoglio quando si deve pagare il conto al ristorante. Proprio a causa di questo atteggiamento irritante e a tratti persino sgradevole non sai come comportarti con le persone taccagne. Che tu abbia le mani bucate o sia semplicemente generoso, avere a che fare con gli spilorci ti fa andare su tutte le furie. Tanto più che questo rifiuto di pagare nasconde raramente un conto in banca esiguo, al contrario! Come spiegare questo comportamento? Come giustificare la necessità di mettere costantemente da parte dei soldi? È l'angoscia provocata dal fatto non potersi sostentare nel caso in cui dovesse sopraggiungere un problema? È possibile... Ma l'avaro è anche una persona che ama profondamente il denaro e che intrattiene con i soldi un legame molto stretto. Segno di potere, di predominio, di invincibilità: sviluppando questo atteggiamento l'avaro pensa di essere protetto.

Mancanza d'affetto?

Eppure, l'avarizia può anche e soprattutto distruggere chi ne soffre. Infatti, l'avaro non gode di una buona considerazione sociale. Gli altri vedono in lui l'eterno approfittatore. Diventa quindi difficile stringere con lui un legame di amicizia, sentimento fondato essenzialmente sulla condivisione. Attenzione, però: la persona avara non è comunque un mostro di egoismo! Infatti, sono davvero tanti i modi in cui è possibile manifestare il proprio attaccamento alle cose, e non necessariamente solo al denaro. La persona si comporta in questo modo, forse perché in passato è stata a lungo privata di qualcosa di molto meno materiale, ad esempio di affetto.

Mio figlio è avaro!

Cosa nasconde questo rapporto così particolare con il denaro quando si tratta di tuo figlio? Se conta subito i soldi, mette da parte il denaro che riceve e non si compra il benché minimo oggetto, significa certamente che non si sente al sicuro dal punto di vista affettivo e che cerca di trovare rassicurazione proprio nelle cose materiali. Confrontandosi con l'immagine della povertà trasmessa dalla televisione o venendo a contatto diretto con lo stato di indigenza delle persone che incontra per strada, ascoltando le discussioni di voi genitori per far quadrare il bilancio familiare, è possibile che tuo figlio avverta un senso di angoscia al pensiero che in futuro la vostra famiglia possa trovarsi in difficoltà economiche. Rassicuratelo dicendogli che non gli verrà mai a mancare l'essenziale e che voi come genitori sarete sempre al suo fianco per garantirgli la sicurezza materiale… e affettiva, perché si tratta anche di questo. Se della tua cerchia di familiari e amici fa parte anche un irriducibile spilorcio, puoi sempre provare lo "sciopero del portafoglio" quando arriva il conto o trovare modi diversi dai soldi per condividere. Sta a te aguzzare l'ingegno per non rimetterci sempre. In ogni caso, fai in modo che il denaro non si insinui eccessivamente nelle tue relazioni. Punta invece sulla sfera affettiva, sicuramente più piacevole!

Marion Capeyron

Commenta
23/09/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?