Home  
  
  
    La nevrosi isterica
Cerca

Rabbia e rancore
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La nevrosi isterica

“Quella è completamente isterica”! Chi non ha mai pronunciato questa frase vedendo qualcuno dare in escandescenze? Dietro questa definizione però può nascondersi un vero e proprio disturbo psicologico. Quali sono i sintomi? Si può curare? Il punto su un problema che non riguarda solo le donne…

La nevrosi isterica
© Getty Images

L’isterismo è un termine spesso utilizzato a vanvera che tuttavia nasconde una vera e propria malattia.

L’isterismo non esiste (più)

L’isterismo è una malattia su cui si sono concentrate numerose attenzioni, praticamente sin dalla notte dei tempi. Eppure, a causa della diversità dei sintomi, la sua definizione è sempre stata oggetto di controversie. E a un certo punto la sua esistenza è stata rimessa in discussione. D’altronde, oggigiorno non si trova più nel manuale di riferimento in psichiatria, il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders o DSM-IV) americano. È sopravvissuta solo la “personalità istrionica”, che possiede varie caratteristiche, tra cui:

• Egocentrismo molto elevato;

• Bisogno di riconoscimento da parte degli altri, che passa dal bisogno di suscitare l’interesse e attirare l’attenzione;

• “Drammatizzazione” delle proprie reazioni (la persona si mette in scena), e amplificazione delle emozioni;

• Utilizzo della seduzione nei rapporti sociali…

Si tratta quindi di un disturbo essenzialmente legato al bisogno di riconoscimento nelle relazioni sociali.

Sintomi della nevrosi isterica

Tuttavia, l’isterismo “classico”, come lo considerano ancora molti psichiatri, è qualcosa di più complesso di un “semplice” disturbo della personalità. Nella maggior parte dei casi si tratta della somatizzazione di un’angoscia o di un trauma psicologico. Una fonte di ansia provocherà, in modo inconscio, sintomi molto vari:

• Crisi di nervi

• Crisi di tetania

• Spasmofilia

• Dolori, vomito

• Svenimenti

Qualche volta potrebbe non trattarsi di disturbi che si manifestano con crisi, ma di disagi che persistono nel tempo: problemi di sensibilità, disturbi di udito, amnesie… In ogni caso, l’impatto nei rapporti sociali, e sulla vita di coppia in particolare, è forte.

Isterismo maschile

Sì, l’isterismo maschile esiste! Certo, è meno comune della versione femminile: un uomo ogni nove donne, secondo alcuni specialisti. Si rivela in modo diverso perché in questo caso l’attenzione e il bisogno di riconoscimento comporta altre manifestazioni: consumo di alcol, esacerbazione di atteggiamenti “virili”… L’uomo sarà spesso isolato. Si riscontra regolarmente un’ipocondria, cioè preoccupazioni ricorrenti sul proprio stato di salute. L’isterismo si può associare a diversi problemi sessuali, come disturbi di erezione ed eiaculazione precoce.

Cura della nevrosi isterica

Prima di affrontare il problema dell’isterismo, occorre naturalmente escludere qualsiasi altra malattia che possa spiegare tali sintomi. Il trattamento principale si basa sul trattamento psicologico. Un terapeuta potrà aiutare la persona isterica a risalire all’origine del disturbo e a comprendere le ragioni del suo comportamento. Per diminuire l’intensità di tali sintomi, si possono utilizzare gli ansiolitici, ma questi devono essere impiegati con prudenza. Bisogna infatti sapere che, da soli, questi farmaci non possono curare l’isterismo.

Louis Asana

Commenta
02/08/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?