Home  
  
  
    Imparare a gestire lo stress sul lavoro
Cerca

Stress
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Imparare a gestire lo stress sul luogo di lavoro

Al lavoro ti senti stanca, irritabile, hai perso la concentrazione o l'entusiasmo, e per di più si mettono in mezzo anche i problemi di salute… Stai attenta: significa che soffri di stress.

Imparare a gestire lo stress sul lavoro
© Getty Images

Secondo quanto emerso da un sondaggio condotto dal CSA nel luglio 2000, "tre dipendenti su quattro si definiscono preoccupati" dallo stress e, più specificamente, in seguito a un sovraccarico di lavoro, a scadenze difficili da rispettare, a un continuo aumento delle esigenze dei clienti o a ritmi di lavoro eccessivamente incalzanti.

Vivere sotto pressione…

Lo stress è anzitutto una reazione normale di adattamento a una situazione. In una società che richiede una sempre maggiore produttività, alcuni individui avranno bisogno di situazioni di emergenza, di conflitti o di difficoltà per superare loro stessi e lavorare in modo efficace. Altri, invece, reagiranno in modo più violento a quella che ai loro occhi pare un'aggressione: se lo stress viene meno, ritorna l'equilibrio. Ma se diventa cronico, allora si corre un rischio perché lo stress assorbe molta energia, chiedendo ripetutamente all'organismo di adattarsi. Lo stress, infatti, modifica l'equilibrio nervoso e ormonale e riduce la capacità di concentrazione e di produttività. Senza poi trascurare le ripercussioni psicologiche più o meno gravi e i problemi cardiovascolari che può causare, come l'ipertensione.

Gestire lo stress

Non esistono cure miracolose contro lo stress: per vivere serenamente la vita professionale, è necessario accettare l'esistenza di pressioni esterne e riconoscerle. Spetta a ciascuno elaborare la strategia più adatta alla propria situazione. Nella maggior parte dei casi non è tanto importante l'elemento che scatena lo stress, quanto il valore che gli attribuiamo.
Inizialmente, la conoscenza di se stessi, la lucidità e la presa di distanza rispetto a una situazione sono buone armi per adattarsi o ridurre il livello di stress. Successivamente, per riuscire a combattere lo stress occorre imparare ad analizzare i conflitti in modo da estrapolarne gli elementi positivi, relativizzare gli eventi, avere fiducia in se stessi, proteggersi e trarre lezioni dai propri fallimenti.

Prendersi cura di se stessi!

Uno stile di vita sobrio e un comportamento adeguato contribuiscono a ridurre il livello di stress.
•    Evitare il fumo, la caffeina, le bevande alcoliche che, inizialmente, calmano lo stress ma che a lungo andare non fanno altro che stimolare l'angoscia;
•    Seguire un'alimentazione equilibrata, eventualmente integrata dall'assunzione di vitamine e oligoelementi;
•    Mantenere un clima familiare e sociale sereno;
•    Al lavoro, imparare a dire di no, a delegare e a comunicare;
•    Gratificarsi: nella pausa pranzo, darsela a gambe levate, uscire dall'ufficio per pranzare in compagnia di persone con le quali si sta bene. La sera, prima di rientrare a casa, concedersi una piccola pausa: fare una passeggiata, visitare una mostra, fare un po' di shopping e qualsiasi altra attività contribuisca a farci sentire più rilassati.
•    Organizzare il tempo libero, trovare nuovi interessi: la vita non deve essere esclusivamente incentrata sul lavoro;
•    Rilassarsi: l'attività fisica (camminata, ginnastica, yoga, stretching, sauna, ecc.) è fondamentale per ridurre le conseguenze provocate dallo stress;
•    Infine, cercare di dormire bene senza ricorrere sistematicamente all'uso di farmaci. La qualità del sonno condiziona la forma fisica e l'equilibrio psichico di tutta la giornata.

Quando lo stress si insedia…

Se non riesci a gestire una situazione di stress che si trascina nel tempo, vai dal tuo medico curante o fissa un appuntamento con un medico del lavoro. Il primo ti consiglierà, probabilmente, del riposo o ti prescriverà un trattamento farmacologico mirato. Il secondo interverrà, all'occorrenza, nella tua attività lavorativa e, ad esempio, potrà consigliarti una nuova pianificazione dell'orario di lavoro.

Isabelle Martin

Commenta
04/04/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Momento di malinconia o depressione?

Test psicologia

Momento di malinconia o depressione?